Differenze tra le versioni di "Cattedra di San Pietro"

Come l'''[[Estasi di Santa Teresa d'Avila]]'' (1644-52) dello stesso Bernini, la cattedra di San Pietro può essere senza dubbio definita un capolavoro del [[Barocco]], che fondendo insieme [[architettura]], [[scultura]] e [[arti figurative]] dà luogo ad un'opera d'arte globale, rappresentazione scenografica di una visione fantastica. Spettacolari gli effetti della luce, soprattutto nel pomeriggio quando il sole scende dietro l'[[abside]].
 
==Festa liturgica==
==Festività della cattedra di san Pietro==
La festa della [[cattedra vescovile|cattedra]] di san Pietro, iscritta al [[calendario romano generale]], risale al [[III secolo]].<ref>[http://w2.vatican.va/content/paul-vi/it/audiences/1967/documents/hf_p-vi_aud_19670222.html Paolo VI, Udienza generale del 22 febbraio 1967, che cita ''Lexikon für Theologie und Kirche'', vol. 6, p. 66]</ref> Il ''Lexikon für Theologie und Kirche'' dice che questa festa ha avuto origine nel pasto celebrativo di un morto che era tradizionale tenere a Roma il 22 febbraio (''[[Feralia]]''), celebrazione simile al ''refrigerium'' che si usava tenere nelle catacombe.<ref>[https://books.google.it/books?id=UXvYAAAAMAAJ&pg=PA1337&lpg=PA1337&dq=%22lexikon+f%C3%BCr+Theologie%22+cathedra&source=bl&ots=OSCiVmRUx-&sig=oTANB6a2fpOlAVBk-Amz7821Obs&hl=en&sa=X&ved=0ahUKEwihh9H7gaTSAhXnJcAKHS6XBvEQ6AEIIDAB#v=onepage&q=%22lexikon%20f%C3%BCr%20Theologie%22%20cathedra&f=false ''Lexikon für Theologie und Kirche'' (Herder 1993), vol. 5, p. 1337]</ref><ref>[http://www.academia.edu/6585254/refrigerium Loruena Contu, "Refrigerium", pp. 10–18]</ref>