Differenze tra le versioni di "Douglas DC-9"

Secondo la Rete della Sicurezza dell'Aviazione (al maggio 2008)<ref name=autogenerato1>[http://aviation-safety.net/database/record.php?id=20080415-0 ASN Aircraft accident McDonnell Douglas DC-9-51 9Q-CHN Goma Airport (GOM)<!-- Titolo generato automaticamente -->].</ref> l'ultimo incidente con un McDonnell Douglas DC-9, versione -51 (prodotto nel [[1977]], marche 9Q-CHN) è accaduto il 15 aprile [[2008]] con aereo della Hewa Bora Airways della [[Repubblica Democratica del Congo]] in partenza dall'[[Aeroporto]] di [[Goma]] (IATA: GOM, ICAO: FZNA). L'aereo ha iniziato il decollo, ma in seguito al guasto ad un motore presentatosi subito dopo, è precipitato dopo cento [[metro|metri]] dalla fine della [[pista d'atterraggio|pista]] su di un quartiere residenziale, causando quarantaquattro morti secondo i dati ufficiali.<ref name=autogenerato1 />
 
Per quanto riguarda l'[[Italia]], tristemente nota è stata la distruzione in volo, avvenuta il 27 giugno del [[1980]] del DC9 [[Itavia]] con marche I-TIGI. Evento noto come la [[Strage di Ustica]], ove persero la vita 81 persone, tra cui 16 bambini. Dopo 34 anni di difficili indagini ostacolate da depistaggi, false dichiarazioni, sparizioni di prove e 12 morti di persone che a vario titolo quella notte erano state testimoni di quanto era effettivamente accaduto, morti avvenute quasi tutte in circostanze sospette, è stato formalmente riconosciuto dalla magistratura civile italiana che il DC9 si trovò coinvolto in unauno battagliascenario di guerra aerea in tempo di pace avvenuta nei cieli di Ustica e fuvenendo colpito da un missile indirizzato ad altro velivolo, verosimilmente un caccia libico. UnLa trasmissione televisiva Atlantide del 20 dicembre 2017 aggiunge un ulteriore tassello mancante alla ricostruzione dei fatti avvenuti in quella notte e che smentisce le dichiarazioni ufficiali rilasciate dal governo americano al giudice Rosario Priore che si occupava del caso, ècon la testimonianza resa al giornalista Andrea Purgatori nel corso della trasmissione televisiva Atlantide del 20 dicembre 2017 dal marinaio della US NAVY Brian Sandlin in servizio quel giorno sulla portaerei Saratoga, il quale dichiara che quella sera il comandante della Saratoga informava l'equipaggio che aerei F4 della Saratoga avevano dovuto abbattere due Mig libici che apparentemente si apprestavano ad attacarliattaccarli smentendo le dichiarazioni ufficiali a suo tempo rilasciate dal governo americano al giudice Rosario Priore che si occupava del caso, stando alle quali la nave Saratoga quella notte era ancorata in rada a Napoli.
Un anno prima, il 14 settembre 1979 un DC9-32 con marche I-ATJC partito da Alghero e diretto a Cagliari si schianta sui monti tra Capoterra e Sarroch. Nell'incidente muoiono tutti i 27 passeggeri e i 4 uomini dell'equipaggio. È la più grave sciagura dell'aria avvenuta in Sardegna.
 
Utente anonimo