Differenze tra le versioni di "Chiesa di Santa Maria ai Monti"

m (Bot: diocesi letta da Wikidata)
Nel luogo in cui sorge la Chiesa, vi era un antico [[monastero]] del [[XIII secolo]] che ospitava una comunità di [[Clarisse]]. All'inizio del [[XV secolo]] in una sala del monastero fu affrescata l'immagine della [[Maria (madre di Gesù)|Madonna]] con il Bambino e alcuni [[Santi]].
 
Quando la comunità delle Clarisse abbandonò il complesso, le sale del monastero furono adibite sia ad abitazioni che ad altri scopi e addirittura una, come la sala dell'affresco, fu utilizzata come [[fienile]]. {{citazione necessaria|Ma proprio lì, davanti a questa immagine, la devozione popolare individua, in un giorno di aprile del 1579, un evento giudicato miracoloso: l'edificio fu interessato da numerose scosse, simili ad un terremoto, e tutti gli abitanti pensarono fosse infestato dagli spiriti. SiNella successiva ''Historia'' viene narrato che si udì anche una voce che pregava di non far male al bambino: a parlare erasarebbe stato stato un affresco rappresentante la Vergine con il Bambino, rinvenuto in una cavità di un muro}}<ref>Cicale Maria, ''Negletta un tempo in loco oscuro e umìle : tradizioni e originalità nell'appendice poetica all'Historia della Madonna dei Monti di Roma'' (Roma : Edizioni di storia e letteratura, 2008), Archivio italiano per la storia della pietà. XXI -MMVIII, 2008, pp. 147-149.</ref>.
 
La notizia, naturalmente, si sparse per tutta [[Roma]], richiamando un gran numero di persone; {{citazione necessaria|iniziarono a verificarsi guarigioni miracolose}}. Il ripetersi dei miracoli e la gran folla che ogni giorno si accalcava dinanzi alla casa convinsero [[papa Gregorio XIII]] a far rimuovere l'affresco e a dare incarico a [[Giacomo della Porta]], che aveva già portato a compimento la costruzione della [[Chiesa del Gesù]] iniziata da [[Jacopo Barozzi]], detto "''Il Vignola''", di costruire la chiesa di Santa Maria ai Monti dove custodire l'immagine miracolosa della Vergine col Bambino.