Differenze tra le versioni di "Classe 350"

ortografia
m (Bot: fix sezioni standard)
(ortografia)
 
Con la nascita del [[Motomondiale]], nel [[1949]], continuò il predominio dei centauri anglosassoni e delle moto britanniche, con [[AJS (azienda)|AJS]], [[Norton Motorcycle Company|Norton]] e [[Velocette]] a fare da padroni. Il predominio delle macchine britanniche venne rotto nel [[Motomondiale 1953|1953]], quando la [[Moto Guzzi]] irruppe sulla scena della 350 con una monocilindrica derivata dal ''[[Moto Guzzi Gambalunghino|Gambalunghino]]'' 250. La Casa di Mandello dominò la scena della categoria dal '53 al [[Motomondiale 1957|'57]], ottenendo 5 titoli consecutivi con [[Fergus Anderson]], [[Bill Lomas]] e [[Keith Campbell]], nonostante la concorrenza di [[DKW]], [[Gilera]] e [[MV Agusta]].
 
Ritiratasi la Guzzi a seguito del [[Patto di astensione]], toccò alla MV Agusta prendere il ruolo della Casa di Mandello, grazie a [[John Surtees]] (3 titoli) e [[Gary Hocking]] (1 titolo). La [[Motomondiale 1962|stagione 1962]] vide l'ingresso nella categoria della [[Honda]], che con [[Jim Redman]] fece suo il Mondiale, grazie a 4 vittorie, staccando nettamente il migliore tra i piloti MV, [[Mike Hailwood]] (3°, dietro anche all'altro pilota Honda [[Tommy Robb]]). Il dominio Honda in 350 fu così schiacciante negli anni successivi che la Casa di Cascina Costa dovette rispondere con ununa nuova moto: la celebre [[MV Agusta tre cilindri|tre cilindri]]. Ritiratasi la Honda a fine [[Motomondiale 1967|1967]], dopo 6 titoli consecutivi, 4 con Redman e 2 con Hailwood, ricominciò per l'MV Agusta un altro ciclo di vittorie, grazie a [[Giacomo Agostini]], primo centauro non anglosassone a vincere nella categoria.
 
A partire dagli [[anni 1970|anni settanta]] la categoria vide le griglie di partenza riempirsi di [[Yamaha TR]] e [[Yamaha TZ 350|TZ]], bicilindriche [[Motore a due tempi|due tempi]] molto diffuse tra i piloti privati. Sarà una ''TZ'' che darà ad Agostini, nel [[Motomondiale 1974|1974]], il primo titolo per una moto a due tempi in 350. Progressivamente la formula tecnica della TZ 350 diventerà quella standard della categoria, imitata anche da altri costruttori, come [[Harley-Davidson]] (iridata nel [[Motomondiale 1976|1976]] con [[Walter Villa]]) e [[Kawasaki Racing|Kawasaki]]. Sarà proprio la Casa di Akashi a dominare la categoria tra gli anni Settanta e gli [[anni 1980|anni ottanta]], vincendo i titoli dal [[Motomondiale 1978|1978]] al [[Motomondiale 1982|1982]], con l'eccezione del [[Motomondiale 1980|1980]].
423 477

contributi