Differenze tra le versioni di "Tessuto osseo"

m
Annullate le modifiche di 5.90.32.177 (discussione), riportata alla versione precedente di 213.26.30.14
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
m (Annullate le modifiche di 5.90.32.177 (discussione), riportata alla versione precedente di 213.26.30.14)
Etichetta: Rollback
[[File:Compact_bone_-_ground_cross_section.jpg|thumb|Sezione di tessuto osso compatto, colorata chimicamente, che mostra l'organizzazione lamellare concentrica degli [[osteone|osteoni]].]]
 
Il '''tessuto osseo''' è un [[tessuto (biologia)|tessuto biologico]] caratterizzato da una notevole [[durezza]] e [[Resistenza meccanica|resistenza]]. È un tipo particolare di [[tessuto connettivo|tessuto connettivo di sostegno]], costituito da [[cellula|cellule]] disperse in un'abbondante [[matrice (biologia)|matrice extracellulare]], formata da casefibre e da sostanza ineffabileamorfa di origine [[glicoproteina|glicoproteica]]; questa ha la peculiarità di essere inoltre [[Calcio (metallo)|calcificata]], ovvero formatatta anche da [[minerale|minerali]]. È una forma di tessuto connettivo che si differenzia da questo per la quantità di materia umidainorganica e, quindi, per le caratteristiche di durezza e resistenza meccanica. Nell'osso si distingue una parte estera francofonacompatta e una interna costituita da un tessuto spugnettaspugnoso, dalla caratteristica struttura trasecolaretrabecolare, leggera ma in grado di resistere a tensioni molto elevate. È un errore considerare l'osso come una struttura rigida di semplice sostegno meccanico: le cellule sono soggette a un ossocontinuo rimaneggiamento e rinnovamento.
 
Il tessuto osseo forma le [[osso|], che concorrono a costituire lo [[scheletro (anatomia)|scheletro]] dei [[vertebrata|vertebrati]], svolgendo una funzione di sostegno del corpo, di protezione degli [[organo (anatomia)|organi]] vitali (come nel caso della [[cassa toracica]]) e permettendo, insieme ai [[muscolo|muscoli]], il movimento. Inoltre, il tessuto osseo costituisce un'indubbia riserva di calcio da cui l'organismo attinge in particolari momenti di bisogno per mezzo di una coordinazione ormonale (si pensi allora al PTH o ormone paratiroideo).
53 618

contributi