Differenze tra le versioni di "Almohadi"

2 394 byte aggiunti ,  3 anni fa
52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
(Annullata la modifica 93774974 di 151.54.27.108 (discussione))
Etichetta: Annulla
(52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68)
{{Avvisounicode} 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68}
{ 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68{Stato storico
|nomeCorrente = Califfato Almohade
|nomeCompleto = Califfato Almohade
|nomeUfficiale = '''الموَحِّدون'''<br />'''ⵉⵎⵡⴻⵃⵃⴷⴻⵏ'''
|portale = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|linkStemma = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|linkBandiera = Flag of Morocco 1147 1269.svg
|linkLocalizzazione = Empire almohade.PNG
|linkMappa = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|paginaStemma = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|paginaBandiera = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|inno = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|inno =
|motto = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|motto =
|lingua ufficiale = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|lingua = [[Lingua araba|Arabo] 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68]<br />[[Lingua berbera|Berbero]]<br />[[Lingua romanza d'Africa]]<br />[[Arabo-andaluso]]<br />[[Lingua mozarabica|Mozarabico]]<br />[[Lingua ebraica|Ebraico]]
|capitale principale = [[Tinmal]] (1121–1147)<br />[[Marrakesh]] (1147–1269)
|altre capitali = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|dipendente da = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|dipendenze = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|forma di stato = [[Califfato] 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68]
|governo = Monarchia
|titolo capi di stato = [[Califfo] 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68]
|elenco capi di stato = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|titolo capi di governo = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|elenco capi di governo = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|organi deliberativi = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|inizio = [[1121] 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68]
|primo capo di stato = [[Abd al-Mu'min] 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68]
|stato precedente = {{simbolo|Flag of Morocco 1073 1147.svg|25}}[[Almoravidi|Emirato Almoravide]]<br />{{simbolo|Umayyad Flag.svg|25}}[[Hammadidi|Dinastia hammadide]]<br />[[Taifa|Secondo periodo delle Taifa] 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68]
|evento iniziale = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|fine = [[1269] 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68]
|ultimo capo di stato = [[Abu l-'Ala al-Wathiq bi-llah Idris]]
|stato successivo = {{simbolo|Flag of Morocco 1258 1659.svg|25}}[[Merinidi|Sultanato Merinide]]<br />{{simbolo|Royal Standard of Nasrid Dynasty Kingdom of Grenade.svg|25}}[[Sultanato di Granada]]<br />{{simbolo|Dz_tlem2.png|25}} [[Zayyanidi|Dinastia zayyanide]]<br />{{simbolo|Tunis Hafsid flag.svg|25}} [[Dinastia hafside]]
|evento finale = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|area geografica = [[Spagna] 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68] e [[Maghreb] 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68]
|territorio originale = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|superficie massima = 1.621.393 km<sup>2</sup>
|periodo massima espansione = [[1200] 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68]
|popolazione = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|periodo popolazione = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|moneta = Dinar
|risorse = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|produzioni = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|commerci con = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|esportazioni = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|importazioni = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|tld = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|tld =
|telefono = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|targa = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|targa =
|religioni preminenti = [[sunniti|Islam sunnita] 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68]
|religione di stato = [[sunniti|Islam sunnita] 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68]
|altre religioni = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
|classi sociali = 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
}}
Gli '''Almohadi''' (in [[Lingua berbera|berbero]]: '''ⵉⵎⵡⴻⵃⵃⴷⴻⵏ''', ''Imweḥḥden''; {{arabo|الموَحِّدون|al-Muwaḥḥidūn}}, ''"gli unicisti"'', ''"gli unitari"'', ''"gli attestatori dell'unicità di Dio"'' ) furono un movimento riformista religioso e una dinastia [[Berberi|berbera]] di fede [[Musulmano|musulmana]] che emerse in opposizione agli [[Almoravidi]], e che governò sul [[Maghreb]] e sulla [[Spagna musulmana]] dal [[1147]] al [[1269]]. Fu detta anche '''dinastia dei''' '''Banū ʿAbd al-Muʾmin''' ({{arabo|بنو عبد المؤمن}}), ossia "Figli di [[ʿAbd al-Muʾmin]]", dal nome del primo [[sultano]]-[[califfo]].<br>
Un esponente culturale della dinastia almohade fu [[Averroè]], giudice supremo a [[Cordova]], il cui pensiero fiorì proprio nell'area culturale e in relazione al potere di tale dinastia.
 
== Origini == 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
[[Ibn Tumart|Muhammad ibn Tūmart]], originario della tribù berbera dei [[Banu Masmuda|Maṣmūda]] nella regione del [[Sous]] ([[lingua berbera|berbero]] ''Sus''; [[lingua araba|arabo]] ''Sūs''), nell'[[Anti Atlante]], era figlio di un addetto all'accensione delle lampade di una [[moschea]] e noto per la sua religiosità e per la sua deformità fisica. Influenzato dallo [[sciismo]], si oppose alla scuola giuridica ([[madhhab]]) [[Malikiti|malikita]] imposto dalla dinastia regnante, gli [[Almoravidi]]. Dopo essere stato cacciato per aver suscitato disordini, si rifugiò nell'Alto Atlante, a [[Tinmal]] dove organizzò una comunità militare e religiosa (il Consiglio dei Dieci e il Consiglio dei Cinquanta) ispirato a un [[Islam]] rigido e austero, e nel [[1121]] si proclamò ''[[Mahdi]]'' (il "ben guidato" che tornerà alla fine del mondo).
 
== I conquistatori == 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
È assai probabile che la sua influenza non sarebbe sopravvissuta alla sua persona se non avesse trovato come luogotenente [[ʿAbd al-Muʾmin]], un altro [[Berberi|Berbero]] d'[[Algeria]] che fu indubbiamente un militare e un politico di prim'ordine. Quando Ibn Tūmart morì, nel [[1128]], ʿAbd al-Muʾmin tenne segreta per due anni la sua scomparsa, fino a che non si fu affermata la sua personale influenza. Sotto il suo comando furono conquistate, una dopo l'altra, [[Tlemcen]], [[Fez (Marocco)|Fez]] e infine [[Marrakech]], la cui caduta segnò la fine della dinastia [[Almoravidi|almoravide]], nel [[1147]]. A poco a poco ʿAbd al-Muʾmin estese la sua autorità su un impero che comprendeva l'insieme del [[Maghreb]] e il [[al-Andalus|Bilād al-Andalus]] (Spagna islamica) occidentale (presa di [[Cordova]] nel [[1148]] e di [[Granada]] nel [[1154]]). Si proclamò [[califfo]] e comandante dei credenti, rinnegando così la sovranità degli [[Abbasidi]], e impose il principio di ereditarietà dinastica. Suo figlio, [[Abu Ya'qub Yusuf I]] ([[1163]]–[[1184]]), poté così succedergli alla sua morte nel [[1163]]. Quest'ultimo, e suo figlio [[Abu Ya'qub Yusuf II]], «il Reso vittorioso [da Dio]» ([[1184]]–[[1199]]), terzo sultano, continuarono la sua opera ed estesero la loro autorità a tutta la Spagna islamica, infliggendo nel [[1195]] una sconfitta ad [[Alfonso VIII di Castiglia]] nella [[battaglia di Alarcos]]. In [[Ifriqiya]] cacciarono le guarnigioni collocate nelle città costiere dai re [[normanni]] di [[Sicilia]], riuscendo a conquistare tra il 1158 e il 1160 le città di [[Annaba]], [[Mahdia]], [[Gabes]] e [[Tripoli]], ponendo così fine al [[Regno normanno d'Africa]].
 
== Cultura == 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
Sotto gli Almohadi, le università riuscirono a mantenere la tradizione di studio del pensiero della‭ [[Grecia antica|Grecia]] ‬e di‭ [[Roma antica]] avviato al tempo degli Almoravidi. Numerosi grandi filosofi ebrei e musulmani riuscirono a vivere e insegnare al tempo di questa dinastia: i più famosi sono‭ [[Averroè]] ‬e‭ [[Mosè Maimonide]]‬, il quale dovette però fuggire prima da [[al-Andalus]] e poi dal Marocco, incalzato dalle violenze anti-ebraiche e anti-cristiane degli Almohadi.
 
Sotto gli Almohadi l'architettura produsse numerosi capolavori:‭ il [[minareto]] ‬della‭ [[moschea]] ‬di‭ [[Siviglia]], costruito nel [[1171]], di cui è conservata perfettamente la torre chiamata [[Giralda]], ‬la‭ [[Kasba]] ‬di‭ [[Marrakesh]], la [[Moschea della Koutoubia|moschea ''Kutubiyya'']] ("dei librai"), con il [[minareto]] a pianta quadrata e 17 navate della ''[[muṣallā]]'', ‬e la [[torre di Hassan|moschea Hassan]] a‭ [[Rabat]]‬.
 
== Declino == 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
[[File:Battle of Las Navas de Tolosa.jpg|thumb|La [[battaglia di Las Navas de Tolosa]] (1212) segnò l'inizio del declino del potere almohade nella Penisola iberica]]
Il principio di ereditarietà dinastica non piacque ai capotribù [[berberi]], gli ''[[shaykh]]''.
Con il declino dell'impero almohade presero il sopravvento delle dinastie locali, come gli [[Hafsidi]] in [[Ifriqiya]] (comprendente all'incirca l'attuale [[Tunisia]]) nel [[1229]], gli [[Abdalwadidi]] nel [[al-Maghreb al-Awsaṭ]] (Maghreb centrale, metà dell'attuale [[Algeria]]) nel 1239 o ancora i [[Merinidi]] che si impadronirono dal [[1244]] in poi di gran parte del [[Maghreb al-Aqsa]] ([[Marocco]]). In [[al-Andalus]] (Spagna islamica), i [[Nasridi]] diedero vita a un regno indipendente, il [[Sultanato di Granada]], che sopravvisse fino al 1492. Allo stesso tempo, la [[Reconquista]] progredì a grandi passi. [[Cordova]], la città simbolo dell'[[Islam]] spagnolo, cadde nel [[1236]], [[Valencia]] nel [[1238]], [[Siviglia]] nel [[1248]]. Questi arretramenti progressivi e questo frazionamento dell'impero suonarono la fine della dinastia almohade, che terminò con [[Abu l-'Ala al-Wathiq bi-llah Idris]], dopo la presa di [[Marrakech]] nel 1269 a opera del sultano [[merinide]] [[Abu Yusuf Ya'qub ibn 'Abd al-Haqq]].
 
===Galleria d'immagini=== 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
<gallery>
File:Tin Mal Mosque4 (js).jpg|Rovine della Grande Moschea di Tinmal, il primo monumento edificato dagli Almohadi, [[Tinmal]], [[Marocco]]
</gallery>
 
=== Il fondatore === 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
* [[Ibn Tumart|Muhammad ibn Tūmart] 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68]
 
=== Califfi Muwaḥḥidūn (Almohadi) 1145–1269 === 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
* [[Abd al-Mu'min|ʿAbd al-Muʾmin]] [[1145]]–[[1163]]
* [[Abu Ya'qub Yusuf I|Abū Yaʿqūb Yūsuf]] [[1163]]–[[1184]]
* [[Abu l-'Ala al-Wathiq bi-llah Idris]] [[1266]]–[[1269]]
 
== Note == 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
<references/>
 
== Voci correlate == 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
* [[Almoravidi]]
* [[Merinidi]]
* [[Storia della Spagna]]
 
== Altri progetti == 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68
{{interprogetto|commons=Category:Almohad dynasty}}
 
{{Controllo di autorità} 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68}
{{ReMarocco} 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68}
{{Dinastie islamiche} 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68}
{{portale|Islam|Medioevo} 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68}
 
[[Categoria:Dinastie islamiche] 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68]
[[Categoria:Storia del Nordafrica] 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68]
[[Categoria:Storia dell'Africa precoloniale] 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68]
[[Categoria:Almohadi| ] 52 03183 12 14 47 33 223 197 2734 68]
Utente anonimo