Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
{{F|calciatori italiani|aprile 2013}}
{{Sportivo
|Nome= Carlo Parola
|SquadreGiovanili=
{{Carriera sportivo
|1936-1939 |{{Calcio Juventus|G}} |
}}
|Squadre=
|Allenatore=
{{Carriera sportivo
|1955-1956 |{{Calcio Lazio|A}} |<small>Vice</small>
|1956-1959 |{{Calcio Anconitana|A}} |
|1959-1961 |{{Calcio Juventus|A}} |
|1961-1962 |{{Calcio Juventus|A}} |<ref name="Corriere" /><ref name="Stampa" />
|1962-1963 |{{Calcio Prato|A}} |<ref name=CDN>{{cita news|pubblicazione=Corriere di Napoli|data=27 ottobre 1962|pagina=8}}</ref>
|1965-1966 |{{Calcio Livorno|A}} |
|1967 |{{Calcio Livorno|A}} |
|1968-1969 |{{Calcio Napoli|A}} |
|1969-1974 |{{Calcio Novara|A}} |
|1974-1976 |{{Calcio Juventus|A}} |
}}
|SquadreNazionali=
Una volta conclusa l'attività agonistica, intraprese immediatamente la carriera da tecnico facendo da vice a [[Luigi Ferrero]] sulla panchina della {{Calcio Lazio|N}} nel campionato 1955-1956. Successivamente ebbe un'esperienza triennale come tecnico dell'{{Calcio Anconitana|N}}, portando nella stagione 1957-1958 la compagine marchigiana a raggiungere la promozione in [[Serie C]].
 
Nel 1959 fece un primo ritorno alla {{Calcio Juventus|N}} dove rimase per le successive tre stagioni, allenando la squadra affiancato, come [[Direttore tecnico (sport)|direttore tecnico]], dapprima da [[Renato Cesarini]], poi da [[Gunnar Gren]] e infine da [[Július Korostelev]]. Quest'esperienza sulla panchina bianconera, molto positiva nel biennio iniziale grazie alla vittoria di due scudetti e due Coppe Italia – con il ''[[Double (calcio)|double]]'' nazionale del 1959-1960, il primo nella storia del club –, si concluse temporaneamente alla fine della stagione 1960-1961 per alcune incompensioni con la dirigenza, da cui Parola venne tuttavia richiamato pochi mesi dopo, all'inizio del campionato 1961-1962, dopo l'improvvisa partenza di Gren.<ref name="Corriere" >{{cita news|url=http://dlib.coninet.it/bookreader.php?&c=1&f=9077&p=1#page/1/mode/2up|titolo=Parola sostituisce Gren|pubblicazione=Corriere dello Sport|data=8 settembre 1961|pagina=1}}</ref><ref name="Stampa" >{{cita news|url=http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,6/articleid,0082_01_1961_0213_0006_17160308/|titolo=Gren costretto a ritornare a Goteborg: la Juventus affianca Parola a Korostolev|pubblicazione=La Stampa|data=8 settembre 1961|pagina=6}}</ref> La terza e ultima annata fu tuttavia fallimentare, chiusa dai torinesi al dodicesimo posto della classifica, il loro peggior risultato mai conseguito sul campo: il declino della squadra, orfana di [[Giampiero Boniperti]] ritiratosi l'anno precedente, minata dai guai fisici di [[John Charles]] e dai pessimi rapporti tra l'asso rimasto, [[Omar Sívori]], e Parola stesso, ritenuto troppo permissivo e di poco polso, furono considerati tra le cause del cattivo rendimento.
[[File:Juventus Football Club 1974-1975.jpg|thumb|left|Parola (estrema destra) allenatore della Juventus campione d'Italia nella stagione 1974-1975]]
 
14 690

contributi