Differenze tra le versioni di "Alcmeone di Crotone"

nessun oggetto della modifica
Etichetta: Editor wikitesto 2017
Etichetta: Editor wikitesto 2017
Dalla vita di Alcmeone non sappiamo molto. Aristotele <ref>''Metafisica'' A 5. 986a 22</ref> riferisce che, «quanto all'età», «Alcmeone era giovane quando [[Pitagora]] era vecchio». Tuttavia, il passo non è contenuto in tutti i manoscritti né concordemente riferito dai commentatori antichi.
 
Contemporanei e diretti interlocutori di Alcmeone furono, secondo [[Diogene Laerzio]] <ref>[[Diogene Laerzio]], ''Vite dei filosofi'', VIII 83 (A 1, 1)</ref>, [[Brontino]], Leonte e [[Batillo]]; personaggi considerati da Giamblico «Pitagorici»<ref>(''VPVita di Pitagora'', 132; 194; 267)</ref>.
Dal punto di vista cronologico, risulta incerto se il [[floruit]] di Alcmeone sia da individuare nell'ultimo quarto del VI secolo, o piuttosto al principio o a metà (e oltre) del V secolo a.C.<ref>L. Perilli, ''op. cit.'', p. 56.</ref>. Nel complesso il periodo più apprezzato dagli interpreti moderni è quello che va all'incirca dal 490 al 430 a.C.<ref>G. E. R. Lloyd, ''op. cit.'', p. 288.</ref>.