Apri il menu principale

Modifiche

Definizione di piano rappresentato come foglio di carta di dimensioni infinite, non esaustivamente.
{{F|geometria|febbraio 2015}}
[[File:Intersecting planes.svg|thumb|Due piani che si intersecano]]
Il '''piano''' è un [[concetto primitivo]] della [[geometria]], ovvero un concetto per il quale non esiste una definizione formale e che si suppone ''intuitivamente comprensibile'' e/o esperianzialmente acquisito, nonpertanto necessitandoun'idea quindiuniversalmente diaccettata unaed definizioneunica inrappresentabile quantocon universalmenteoggetti acquisitoconcreti che fungono da esempio ma che per la loro sussistenza stessa non risolvono pienamente il concetto (gli altri ''concetti primitivi'' della geometria sono il [[punto (geometria)|punto]] e la [[retta]]). Nel caso del piano per rappresentarlo idealmente si pensi ad un foglio di carta ''di dimensioni infinite'': il piano è l'idea, il concetto astratto, ma '''non''' '''è''' il foglio di carta sia perchè questo ha uno spessore ed un piano ideale non ne ha e sia perchè non è possibile produrre o ritrovare un foglio di carta di dimensioni infinite.
 
In definitiva, esso:
 
* Inteso come [[luogo geometrico]] di punti, ha un'estensione superficiale: il piano, nello spazio tridimensionale, è l'insieme di tutti quei punti individuati dalla [[combinazione lineare]] di 2 [[vettore (matematica)|vettori]] linearmente indipendenti applicati nel medesimo punto P.
Utente anonimo