Forze armate dell'Unione europea: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Un primo tentativo di unire le forze armate dell'Europa occidentale è stata la fallimentare [[Comunità europea di difesa]] del [[1952]]. Tuttavia da allora molti politici hanno promesso di creare delle forze armate europee. Dato che molti degli [[Stati membri dell'Unione europea|Stati membri dell'UE]] sono anche membri della [[Organizzazione del Trattato Nord Atlantico|NATO]], alcuni cooperano in materia di difesa mediante la NATO, piuttosto che mediante l'UE o altri gruppi (come l'[[Unione Europea Occidentale]]). Comunque l'appartenenza all'UE, all'UEO e alla NATO sono distinte ed alcuni Stati membri dell'Unione europea rimangono per costituzione neutrali in materia di difesa. Diversi Paesi membri dell'UE poi sono stati membri formali del [[Patto di Varsavia]].
 
Il [[Trattato di Lisbona]] del 2001 ha recepito gli elementi del Trattato di Bruxelles con le clausole di difesa dell'[[Unione Europea Occidentale]] nell'[[Unione europea]]. L'UEO ha cessato di esistere nel 2011. Questo dichiara che: «La [[politica estera e di sicurezza comune]] deve includere la progressiva formazione di una politica di sicurezza comune. Questo condurrà a una difesa comune, quando il [[Consiglio europeo]], agendo unanimemente, deciderà così.» ([[Trattato di Maastricht|TUE]], articolo 42).
 
{{chiarire|I ministri [[Regno Unito|britannici]] inizialmente hanno obiettato contro questa clausola. Avevano scritto: «Noi crediamo che il Consiglio europeo non prenderà questa decisione presto. È quindi inappropriato per il trattato pregiudicare la decisione del Consiglio europeo». Comunque, più tardi, i ministri britannici cambiarono opinione.}}{{cn}}
 
== Il quadro giuridico ==
La difesa dell'UE è affidata ad ogni singolo [[Stati membri dell'Unione europea|Stato membro]]. NelL'articolo 42 del [[Trattato di LisbonaMaastricht]], l'articolo 42 impone agli stati membri di intervenire con tutti i loro mezzi qualora uno o più stati venissero attaccati da entità extra UE. È questo il vero pilastro della difesa comuneaffermava UE.che:
 
{{Quote|La [[politica estera e di sicurezza comune]] deve includere la progressiva formazione di una politica di sicurezza comune. Questo condurrà a una difesa comune, quando il [[Consiglio europeo]], agendo unanimemente, deciderà così.}}
 
Nel [[Trattato di Lisbona]], l'articolo 42 impone agli stati membri di intervenire con tutti i loro mezzi qualora uno o più stati venissero attaccati da entità extra UE. È questo il vero pilastro della difesa comune UE.
 
L'Unione europea ha un mandato limitato in ambito di difesa, con il solo ruolo di esplorare la questione della difesa datagli dal [[Trattato di Amsterdam]], cosa che era stata omessa nei processi della lista delle forze dell'[[Helsinki Headline Goal]] (la forza europea a reazione rapida). Comunque alcuni Stati dell'UE possono fare e fanno accordi multilaterali di difesa fuori dalle strutture dell'Unione europea.
Utente anonimo