Apri il menu principale

Modifiche

nessun oggetto della modifica
 
== Economia ==
Al 2015 il PIL totale della provincia equivale a 2,943 miliardi di euro, (2,993 miliardi per parita di potere d'acquisto) pari a 18500 euro pro capite (18800 euro per parità di potere d'acquisto), in netto calo rispetto al decennio scorso.<ref>{{cnCita web|url=https://knoema.com/nama_10r_3gdp/gross-domestic-product-gdp-at-current-market-prices-by-nuts-3-regions?tsId=1040350|titolo=Prodotto interno lordo della provincia i rieti}}</ref> Al 20112015 il 3,8544% del [[PIL|valore aggiunto]] venivaviene prodotto dall'agricoltura, l'11il 12,5262% dall'industriadal settore secondario e l'8483,6394% dai servizi. <ref>{{cnCita web|url=http://appsso.eurostat.ec.europa.eu/nui/show.do?dataset=nama_10r_3gva&lang=en|titolo=Added value by sector in nuts 3 region}} </ref>.L'economia era prevalentemente agricola fino a pochi decenni fa (ancora nel 1951 produceva il 41,7% del PILvalore nto e scese sotto il 10% solo negli anni Settanta). L'industrializzazione risale ad inizio Novecento; negli ultimi decenni il settore secondario è cresciuto dal 12,4% del 1951 fino a sfiorare il 30% negli anni Ottanta, mentre oggi è in flessione.<ref name="ReferenceB">{{Cita|Camera di Commercio 2003|pag. 12}}</ref>
 
Lo sviluppo economico della provincia di Rieti è disomogeneo: la parte montana, da [[Rieti]] in su, è prevalentemente agricola e i piccoli paesi sono stati colpiti da un forte spopolamento, con le uniche attività industriali e commerciali concentrate nel capoluogo; al contrario nella bassa Sabina, divenuta a tutti gli effetti un satellite nell'orbita della Capitale, si è verificata un'industrializzazione più diffusa e la popolazione è cresciuta per effetto dell'immigrazione dall'Urbe<ref>{{Cita web|url=http://www.treccani.it/enciclopedia/sabina/|titolo=Sabina|sito=enciclopedia online Treccani|accesso=22 marzo 2016}}</ref>, con cui è collegata più efficacemente permettendo un efficace [[pendolarismo]]. Quest'ultimo è un fenomeno molto diffuso, non solo nella bassa Sabina: infatti la provincia di Rieti è la settima in Italia per percentuale di residenti che lavorano fuori provincia<ref name="CamCom" /> con {{formatnum:13100}} persone (pari al 22% degli occupati), impiegate per la stragrande maggioranza nella [[Roma|Capitale]] ({{formatnum:9400}} unità).<ref name="CamCom">{{Cita web|url=http://www.ri.camcom.it/download/334.html|titolo=Osservatorio Economico della provincia di Rieti. Consuntivo 2010 – previsioni 2011|sito=Camera di commercio di Rieti|data=maggio 2011|accesso=8 aprile 2016}}</ref>
106

contributi