Apri il menu principale
Esempio di spongolite

La spongolite è una roccia sedimentaria silicea, di origine organogena, simile alla radiolite; ma anziché essere costituita da gusci di radiolari è essenzialmente costituita dall'accumulo di spicole di spugna[1].

Indice

Periodo di formazioneModifica

Le spugne ebbero il loro momento di massima diffusione nell'Eocene, durante il quale formarono colonie marine paragonabili a vere e proprie foreste.[2] Ricchi giacimenti di spongoliti sono presenti in Australia.[3] In Italia a titolo di esempio si possono citare i depositi di spongoliti della Lombardia e del Piemonte.[4]

UtilizziModifica

Le spongoliti costituiscono rocce leggere e porose. Con esse in Lombardia vengono tradizionalmente prodotte pietre da coti.[5] Vengono anche utilizzate nel giardinaggio e nelle colture idroponiche sfruttandone la capacità di rilasciare l'acqua assorbita direttamente alle radici delle piante[3]

NoteModifica

  1. ^ Le mineralizzazioni di fluorite e barite nel territorio di Termini Imerese e Caccamo - Sicilia: Aspetti geologici esteriori legati alla minerogenesi, Francesco Speciale, ed. Falcone, anno 2013, vedi [1] Archiviato il 22 agosto 2016 in Internet Archive.
  2. ^ 'Spongolite, pagina su austhrutime.com
  3. ^ a b Zeolite and Spongolite, pagina su www.woodvalefishandlilyfarm.com.au
  4. ^ Note illustrative della carta geologica d'Italia alla scala 1:100.000, Edizioni 56-57, Servizio geologico, Nuova tecnica grafica, anno 1969, vedi [2]
  5. ^ Trattato di geologia,, Ramiro Fabiani, Instituto Grafico Tiberino, 1952, vedi [3]

Voci correlateModifica