Sporozoa

(Reindirizzamento da Sporozoi)

Gli sporozoi (Sporozoa) sono un raggruppamento tassonomico che è comprensivo di specie parassite, eucarioti, caratterizzate da cellule adulte che non sono in grado di muoversi autonomamente; le forme immature (tra cui i gameti) possiedono una maggiore mobilità; questi inoltre presentano cicli vitali e metabolici piuttosto complessi, che possono svolgersi:

Come leggere il tassoboxProgetto:Forme di vita/Come leggere il tassobox
Come leggere il tassobox
Sporozoi
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Protista
Sottoregno Sporozoa

Stadi cellulari degli sporozoi modifica

Le cellule immature sono chiamate sporozoiti, di norma sono distinguibili in:

  • Merozoiti, generati da divisione asessuata
  • Gametociti, derivanti da trofozoiti che, interrompendo la divisione asessuata, generano gameti. È importante ricordare che gli zigoti di futura formazione possono anche non essere formati da esclusivamente due gameti, in quanto la condizione poliploide è frequente nel regno dei Protisti.

Lo Zigote così formatosi subirà il processo di meiosi, generando nuovi sporozoiti.

Le cellule mature sono classificate, in generale, come Trofozoiti. In particolare è in questo stadio che gli Sporozoi espletano la loro natura parassitica, alle volte patogena.

Interazione con forme di vita superiori e con l'uomo modifica

Le specie più studiate e conosciute appartenenti al gruppo degli Sporozoi sono per lo più parassitiche, ed eventualmente, patogene. Tra i più noti spiccano:

Bibliografia modifica

  • Maria Grazia Fiorin, Microbiologia, principi e tecniche, Bologna, Zanichelli, 2007, ISBN 9788808095374
Controllo di autoritàThesaurus BNCF 5425 · LCCN (ENsh87001229 · BNF (FRcb12331264m (data) · J9U (ENHE987007539014805171
  Portale Microbiologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di microbiologia