Stadio dell'Università Re Sa'ud

ملعب جامعة الملك سعود
King Saud University Stadium .jpg
King Saud University Stadium
Informazioni
StatoArabia Saudita Arabia Saudita
UbicazioneRiad
Inizio lavori2011
Inaugurazione2015
Costo215,000,000 SAR
ProprietarioUniversità Re Sa'ud
Uso e beneficiari
CalcioAl-Hilal
Capienza
Posti a sedere25 000
Mappa di localizzazione

Coordinate: 24°43′45.5″N 46°37′25.3″E / 24.729306°N 46.623694°E24.729306; 46.623694

Lo stadio dell'Università Re Sa'ud (in arabo: ملعب جامعة الملك سعود‎; in inglese King Saud University Stadium), è uno stadio di calcio situato a Riad, in Arabia Saudita, ed è l'impianto di casa dell'Al-Hilal.

Coperto da una struttura metallica, lo stadio può apparire dorato o marrone a seconda della luce solare. Solo il lato ovest differisce dall'edificio principale per un diverso rivestimento esterno.

Il nome dell'impianto deriva da quello dell'ateneo della città, fondato nel 1957, che comprende lo stadio e altri campi sportivi adiacenti all'interno del proprio campus[1].

StoriaModifica

La costruzione del campus dell'Università Re Sa'ud nella parte occidentale di Riad è iniziata nella primavera del 2011 e prevedeva il completamento entro 24 mesi. Sebbene lo stadio fosse strutturalmente pronto nel 2014, l'apertura non avvenne prima del maggio 2015.

Tutti i lavori di progettazione e costruzione furono appannaggio di Hashem Contracting Company, che consegnò lo stadio edificato secondo le specifiche (e le norme FIFA per le partite internazionali) impegando un budget di 215 milioni di rial (57 milioni di dollari).

Il 22 dicembre 2019 l'impianto ha ospitato la Supercoppa italiana 2019 tra Juventus e Lazio, vinta dai biancocelesti per 1-3.

Struttura dello stadioModifica

Lo stadio dell'Università Re Sa'ud ha una capienza di 25 000 spettatori e comprende:

  • 88 posti VIP
  • 2 000 posti business
  • 42 posti di Tribuna stampa
  • 76 posti riservati alle persone con disabilità

NoteModifica

  1. ^ Antonio Cunazza, 10 cose da sapere sul King Saud University Stadium, su Archistadia, 20 dicembre 2019. URL consultato il 22 dicembre 2019.