Apri il menu principale

Stephan Schönwisner

gesuita e storico ungherese

Stephan Schönwisner (Eperjes, 1738Granvaradino, 1818) è stato un gesuita, storico, numismatico e studioso di antiquaria ungherese.

Targa commemorativa al Museo di Aquincum

BiografiaModifica

Nel 1756 entrò nella Compagnia di Gesù, compiendo gli studi di teologia a Nagyszombat. Nominato prefetto del collegio Teresianum di Vienna, dopo la soppressione dell'ordine (1773) si dedicò alla filosofia.

Dal 1777 ricoprì la carica di vice-direttore della biblioteca universitaria di Buda. Nel 1780 divenne professore di antichità nell'ateneo di Buda. Nel 1794 fu scelto a dirigere la biblioteca universitaria. Dal 1802 ricoprì le cariche d'abate di Termova e di canonico di Granvaradino.

Le sue opere in lingua latina e tedesca sono considerate i primi studi scientifici d'antiquaria in Ungheria. Particolarmente apprezzati sono i suoi saggi di numismatica e medaglistica.

Il vescovo di Szombathely, Szily, gli commissionò una storia generale di Savaria-Szombathely, pubblicata a Pest nel 1791 in nove volumi col titolo di "Antiquitatum et historiae Sabariensis ab origine usque ad praesens tempus". Condusse nel paese i primi sistematici scavi archeologici, con i quali scoprì le rovine di Aquincum. [1]

Morì a Granvaradino nel 1818.

OpereModifica

  • De ruderibus Laconici Caldariique Romani... Budae, 1778.
  • Commentarius geographicus In Romanorum iter per Pannoniae... Budae, 1780.
  • Antiquitatum et historiae Sabariensis ab origine usque ad praesens tempus. Pestini, 1791 (9 voll).
  • Notitia Hungaricae rei numariae... Budae, 1801.
  • Catalogus numorum Hungariae ac Transilvaniae Instituti Nationali Széchenyiani I–III. Pestini, 1810.

NoteModifica

  1. ^ Magyar Életrajzi Lexikon [Dizionario biografico ungherese], Budapest, vol. II, p. 599

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN20443328 · ISNI (EN0000 0001 1604 9595 · GND (DE11688942X · BAV ADV11793980 · CERL cnp01082487 · WorldCat Identities (EN20443328