Studi linguistici italiani

Studi linguistici italiani, nelle bibliografie spesso abbreviato come SLI, è una rivista italiana di linguistica.

Studi Linguistici Italiani
AbbreviazioneSLI
StatoItalia Italia
Linguaitaliano
Periodicitàsemestrale
Genererivista
FondatoreArrigo Castellani
Fondazione1960
DirettoreLuca Serianni
CondirettoreGiovanna Frosini
Luigi Matt
Redattore capoAlessio Ricci [1]
ISSN0394-3569 (WC · ACNP)
Distribuzione
cartacea
Edizione cartacea
multimediale
Edizione digitale
Sito webwww.salernoeditrice.it/rivista/studi-linguistici-italiani/
 

StoriaModifica

La rivista fu fondata nel 1960 da Arrigo Castellani, linguista e filologo toscano e socio dell'Accademia della Crusca, che la diresse fino al 1970. Dal 1982 SLI è diretta dal linguista Luca Serianni, che fu peraltro allievo di Castellani, e codiretta da Luigi Matt e Giovanna Frosini. Il comitato scientifico della rivista ha ospitato e ospita accademici linguisti, filologi, storici della lingua e glottologi, quali Max Pfister e Giuseppe Patota.[2][3]

CaratteristicheModifica

Pubblicata a cadenza semestrale, la rivista ha raggiunto i 59 fascicoli. Gli articoli inviati per la pubblicazione sono sottoposti a revisione anonima, secondo il sistema doppio cieco, e se approvati sono pubblicati corredati di un riassunto in italiano e inglese. L'ANVUR classifica la SLI come rivista di fascia A in diversi settori, tra cui quelli di Letteratura italiana, Letteratura italiana contemporanea, Linguistica e filologia italiana, Critica letteraria e letterature comparate, Glottologia e linguistica, Lingua letteratura e cultura francese, Lingue letterature e culture spagnola e ispanoamericane.[2][4][5]

NoteModifica