Apri il menu principale
Utrecht: 6 stuiver
Zilveren Rijderschelling Utrecht (6 stuiver).jpg
MONE.NOVA.ORDIN.TRAI (moneta nova ordinum traiectum) CONCORDIA RES PARVÆ CRESCUNT
AR, 4,95 g
Stuiver
Dutch 5 cent.jpg
Moneta da 5 cent di fiorino olandese (1980)

Lo stuiver è una moneta usata nei Paesi Bassi fino alla Guerre napoleoniche. Valeva 16 penning o 8 duit. Venti stuiver valevano un gulden. Il rapporto tra il gulden e lo stuiver risale all'introduzione, da parte dell'imperatore Carlo V del Carolusgulden d'argento, nel 1543.

Dopo la decimalizzazione della valuta olandese, il nome "stuiver" era utilizzato per indicare popolarmente la moneta cinque cent (1/20 del fiorino) fino all'introduzione dell'euro; attualmente il nome è spesso utilizzato per indicare colloquialmente la moneta da 5 centesimi di euro, che ha circa le stesse dimensioni.

Il nome inglese di stiver deriva da stuiver.

Stuiver della Compagnia olandese delle Indie orientaliModifica

Dal 1660, la Compagnia Olandese delle Indie Orientali iniziò a battere stuiver di rame per l'uso locale nello Sri Lanka. Inizialmente le monete furono battute che il valore su entrambi i lati ma dal 1783 furono aggiunti il monogramma VOC, dal nome della compagnia in nederlandese, e la data. Le monete furono coniate a Colombo, Jaffna, Galle e Trincomalee. Queste monete furono coniate fino all'occupazione britannica nel 1796.

Altri progettiModifica

  Portale Numismatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di numismatica