Suore domenicane del Santo Nome di Gesù

Le Suore Domenicane del Santo Nome di Gesù (in spagnolo Hermanas Dominicas del Santísimo Nombre de Jesús; sigla H.D.S.N.J.) sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio.[1]

StoriaModifica

La congregazione fu fondata a San Miguel de Tucumán dal domenicano Ángel María Boisdron insieme con Elmina Paz de Gallo.[2]

Dopo un'epidemia di colera che colpì la provincia argentina di Tucumán nel 1886, per raccogliere ed educare i numerosi orfani, padre Boisdron cercò inizialmete l'aiuto delle suore gianelline, poi si rivolse alla vedova Paz de Gallo che mise la sua casa a disposizione degli orfani e riunì una comunità di giovani donne: la vita comune iniziò il 17 giugno 1887.[2]

L'istituto e le sue costituzioni ricevettero l'approvazione pontificia il 7 settembre 1910.[2]

Attività e diffusioneModifica

Le suore si dedicano all'educazione della gioventù in asili, orfanotrofi, scuole e opere sociali.[2]

Oltre che in Argentina, sono presenti in Brasile e Perù;[3] la sede generalizia è a San Miguel de Tucumán.[1]

Alla fine del 2015 l'istituto contava 35 religiose in 6 case.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2017, p. 1516.
  2. ^ a b c d Brian Farrelly, DIP, vol. III (1976), col. 939.
  3. ^ Dónde estamos?, su dominicastuc.org. URL consultato il 14 settembre 2021.

BibliografiaModifica

  • Annuario Pontificio per l'anno 2017, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2017. ISBN 978-88-209-9975-9.
  • Guerrino Pelliccia e Giancarlo Rocca (curr.), Dizionario degli Istituti di Perfezione (DIP), 10 voll., Edizioni paoline, Milano 1974-2003.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo