Tawfīq Pascià

secondo khedivè d'Egitto (1879-92)
Tawfīq Pascià
Khedive Tewfik (1906) - TIMEA.jpg
Chedivé d'Egitto
Stemma
In carica 8 agosto 1879 - 8 gennaio 1892
Predecessore Isma'il Pascià
Successore ʿAbbās Ḥilmī II
Nascita Il Cairo, 1852
Morte Helwan, 1892
Padre Isma'il Pascià
Madre Shafaq Nur Hanim
Consorte Emina Ilhami
Figli ʿAbbās Ḥilmī

Muḥammad Tawfīq Pascià (in arabo: محمد توفيق باشا‎; Il Cairo, 1852Helwan, 1892) è stato un sovrano egiziano dal 1879 al 1892.

BiografiaModifica

Chedivè d'Egitto, succedette al padre Ismāʿīl Pascià. Nominò nel 1881 ministro della Guerra il col. ʿOrābī Pascià, capo del movimento nazionalista.

Dopo la disfatta di 'Orābī a Tel el-Kabīr fu tuttavia costretto a subire un controllo più rigoroso da parte dei britannici che occupavano il Paese e rinunciare alla sovranità del Sudan dopo la vittoria dei Mahdisti nel 1884.

Gli succedette ʿAbbās Ḥilmī II.

Onorificenze[1]Modifica

Onorificenze ottomaneModifica

  Cavaliere di I classe con brillanti dell'ordine di Mejidiyyé
  Cavaliere di I con brillanti classe dell'ordine di Osmanie
— 19 luglio 1869
  Medaglia d'oro di Imtiaz

Onorificenze straniereModifica

  Cavaliere di gran croce dell'ordine della Legion d'onore (Francia)
— 1890
  Cavaliere di gran croce dell'ordine imperiale di Francesco Giuseppe (Impero austro-ungarico)
— 1886
  Cavaliere di gran croce dell'ordine del Leone dei Paesi Bassi (Paesi Bassi)
— 6 settembre 1890
  Cavaliere di gran croce dell'ordine reale di Kalākaua (Regno delle Hawaii)
— 1881[2]
  Cavaliere di gran croce dell'ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro (Regno d'Italia)
— 1886
  Cavaliere gran comandante dell'ordine della Stella d'India (Regno Unito)
— 3 maggio 1875
  Cavaliere di gran croce dell'ordine del Bagno (Regno Unito)
— 21 giugno 1887
  Comandante di gran croce dell'ordine di Vasa (Svezia-Norvegia)
— 17 dicembre 1868
  Cavaliere dell'ordine dei Serafini (Svezia-Norvegia)
— 7 marzo 1891

NoteModifica

  1. ^ Royal Ark, su royalark.net.
  2. ^ The Royal Tourist—Kalakaua's Letters Home from Tokio to London. Editore: Richard A. Greer. Data: 10 marzo 1881

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN49097846 · ISNI (EN0000 0000 8380 5488 · LCCN (ENnr93008529 · GND (DE119010283 · WorldCat Identities (ENlccn-nr93008529