The Gravedigger Five

The Gravedigger Five
Paese d'origineStati Uniti Stati Uniti
GenereGarage rock
Paisley Underground
Periodo di attività musicale1984 – 1987
Album pubblicati2
Studio2
Raccolte0

I Gravedigger Five, spesso scritti come The Gravedigger V (traduzione: I 5 scavatori di tombe), furono un gruppo del revival garage rock formati nel 1984 a San Diego in California. La band fu parte del movimento musicale Paisley Underground sviluppatosi a Los Angeles, che si ispirava alla West Coast degli anni '60 ed alle forme di pop e garage di quella zona.

StoriaModifica

1983: Gli esordi come The ShamenModifica

I Gravedigger V cominciarono a suonare assieme nel 1983 con il nome di The Shamen nel garage del bassista Chris Gast quando il cantante Leighton Koizumi aveva ancora solo 16 anni[1]. I membri della band ai suoi esordi erano così giovani che, quando andarono a suonare al Whiskey A Go Go di West Hollywood dovettero aspettare fuori tra un concerto ed un altro perché non avevano l'età necessaria per stare nel club. Il nome "the Shamen" fu poi abbandonato perché già in uso da altre band, e dopo una notte al Bob's Big Boy, il gruppo decise di cambiare nome in "The Gravedigger V", giocando sull'assonanza con il vecchio backing group The Cryptkicker V nel brano Monster Mash di Bobby Pickett.

1984: All Black and HairyModifica

Dopo pochi concerti la band destò l'interesse di Greg Shaw della Voxx Records che firmò il contratto con i Gravedigger V durante le registrazioni nel gennaio 1984. Il gruppo registrò così il suo primo album, dormendo assieme in automobile nei giorni del lavoro in studio. Nacque così il loro primo LP dal titolo All Black and Hairy, che ad oggi è uno dei più amati del genere, pervaso da un taglio adolescenziale nella timbrica vocale, da sonorità tra punk rock e Rhythm & Blues e da immaginari b-movies ed horror[2]. Se il sound era poi fortemente influenzato dalle sonorità sixties californiane, le cover presenti nel disco (8 su 13 brani), erano di preferenza di gruppi texani con band come Larry And The Blue Notes o Kit & The Outlows[2].

1987: The Mirror CrackedModifica

Dopo i Gravedigger FiveModifica

Con lo scioglimento dei Gravedigger Five, Koizumi e Friedman si spostarono nella Bay Aream dove fondarono The Morlocks, un'altra garage band del Paisley Underground, continuando così le sonorità sviluppate fino a quel punto. Dave Anderson e Tom Ward formarono i Manual Scan, ma Anderson suonò poi anche con The Trebles, The Answers, The Crawdaddies e Skid Roper. Nel 1994 la Voxx Records assieme alla Bomp ristampò i due album in un doppio dal titolo All Black And Hairy / The Mirror Cracked. La band si riunì nel 1999 per suonare al Cave Stomp di New York durante l'annual garage rockathon. Nel 2000 Chris Gast morì a New York.

DiscografiaModifica

AlbumModifica

  • 1984 – All Black and Hairy, LP, Voxx Records VXS 200.025, USA
  • 1987 – The Mirror Cracked, LP, Voxx Records VXS 200.038, USA

SingoliModifica

  • 2014 – All Black And Hairy / Spooky, 7", Area Pirata AP036, Italia

RaccolteModifica

  • 1994 – All Black And Hairy - The Mirror Cracked, CD, Voxx Records vcd2025, USA

NoteModifica

  1. ^ In Story di Leighton Gravediggers and Morlocks su Web.tiscali.it
  2. ^ a b Blow Up #227 pg. 90, Aprile 2017, Roberto Calabrò e Fabio Polvani: 20 Essentials: Neo-Garage '80 (1982-1987), Editore: Tuttle Edizioni

Collegamenti esterniModifica

  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock