Thomas Stafford (1533-1557)

nobile inglese

Thomas Stafford (1533Londra, 28 maggio 1557) è stato un nobile ribelle inglese.

BiografiaModifica

Era figlio di Henry Stafford, I barone Stafford e di Ursula Pole.

Sua nonna materna era Margaret Pole, contessa di Salisbury e ultima discendente diretta dei Plantageneti. Questa discendenza rendeva Thomas e la sua famiglia particolarmente vicini al trono d'Inghilterra.

Nel 1550 si recò con lo zio cardinale Reginald Pole a Roma dove rimase tre anni. Successivamente andò in Polonia per ottenere la raccomandazione del re Sigismondo II Augusto affinché chiedesse a Maria I d'Inghilterra la restituzione del ducato di Buckingham[1].

Tuttavia il ricorso ad Augusto non ebbe effetto e quando Stafford tornò in Inghilterra nel gennaio del 1554 si unì alla rivolta guidata da Thomas Wyatt. La rivolta fallì e Thomas venne catturato e brevemente imprigionato nella Fleet Prison prima di fuggire in Francia. Lì continuò a tramare con altri esuli inglesi e promosse la sua rivendicazione al trono di Inghilterra[2].

Il 18 aprile 1557 Stafford salpò da Dieppe con due navi e più di 30 uomini. Arrivò a Scarborough il 25 aprile 1557, fece ingresso nel castello di Scarborough e si autoproclamò Protettore del Regno[3]. Il suo intento era di creare una rivolta contro il matrimonio tra Maria I e il nipote Filippo d'Asburgo che molto malcontento aveva causato agli inglesi, scandalizzati dall'influenza degli stranieri spagnoli sul governo della regina[2][4][5].

Stafford dichiarò di aver visto lettere a Dieppe che mostravano la cessione di Scarborough e di altri dodici castelli a Filippo prima della sua incoronazione[6]. Tre giorni dopo il conte di Westmorland occupò il castello ed arrestò Stafford e i suoi compagni.

Stafford venne imprigionato alla Torre e lì decapitato per tradimento il 28 maggio 1557. Trentadue dei suoi seguaci subirono la stessa fine[7].

NoteModifica

  1. ^ Thomas Stafford, Oxford Dictionary of National Biography, accessed 17 January 2010
  2. ^ a b Thomas Stafford, Oxford Dictionary of National Biography, accessed 17 January 2010
  3. ^ Full text of "Cole's Scarborough guide"
  4. ^ The borough of Scarborough | British History Online
  5. ^ Page Cannot Display Error | English Heritage Archiviato il 7 agosto 2011 in Internet Archive.
  6. ^ Strype, John, Ecclesiastical Memorials, vol. 3 part 2, (1822), 67-9, 513-519, prints Stafford and Mary's proclamations, & names 31 of Stafford's party, and where executed.
  7. ^ Strype, John, Ecclesiastical Memorials, (1822), 69.

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN63589945 · LCCN (ENno95014273 · WorldCat Identities (ENlccn-no95014273