Apri il menu principale

Tiye (XX dinastia)

Tiye
Queen-prehirwenemef.jpg
Una regina consorte di Ramses III al cospetto di Osiride. Da un disegno di Karl Richard Lepsius dalla tomba di un figlio di Ramses III (Pareheruenemef).
Sposa del re d'Egitto
Morte 1155 a.C.?
Luogo di sepoltura sconosciuto
Dinastia XX dinastia egizia
Consorte Ramses III
Figli Pentaur
Religione Religione egizia

Tiye (... – 1155 a.C.?) è stata una regina egizia della XX dinastia.

Fu una sposa secondaria del faraone Ramses III (1186 - 1155 a.C.[1]), contro il quale ordì la Congiura dell'harem[2] che ne cagionò la morte[3][4] (aprile 1155 a.C.).

La Congiura dell'haremModifica

La regina Tiye è nota grazie al Papiro giuridico di Torino, che registra gli avvenimenti della cospirazione e soprattutto i numerosi processi che seguirono, con le relative accuse, condanne e pene inflitte; molte importanti personalità del governo, alti funzionari del palazzo e donne dell'harem furono coinvolti, fra cui appunto la regina Tiye e suo figlio, il principe Pentaur, il quale avrebbe dovuto essere il principale beneficiario del colpo di stato. Infatti i congiurati intendevano porre Pentaur sul trono dopo aver assassinato il re e il suo erede, il principe Ramses (futuro Ramses IV), figlio della "Grande sposa reale" Tyti[5]. La congiura fallì: al re fu inferta una ferita mortale alla gola[3][4], ma l'erede Ramses IV riuscì a impugnare la situazione e reagire prontamente; le persone coinvolte furono condotte a giudizio e molti, incluso Pentaur, furono costretti a suicidarsi. Non è noto il destino di Tiye, né se perì in seguito al fallimento della sua congiura.

NoteModifica

  1. ^ E.F. Wente & C.C. Van Siclen, "A Chronology of the New Kingdom" in Studies in Honor of George R. Hughes, (SAOC 39) 1976, p.235, ISBN 0-918986-01-X
  2. ^ Aidan Dodson & Dyan Hilton, The Complete Royal Families of Ancient Egypt, Thames & Hudson (2004) ISBN 0-500-05128-3, p.194
  3. ^ a b Study reveals that Pharaoh’s throat was cut during royal coup, in British Medical Journal, lunedì 17 dicembre 2012.
  4. ^ a b Study reveals that Pharaoh’s throat was cut during royal coup, su bmj.com.
  5. ^ Mark Collier, Aidan Dodson, & Gottfried Hamernik, P. BM 10052, Anthony Harris and Queen Tyti, Journal of Egyptian Archaeology 96 (2010), pp.242-247

BibliografiaModifica

Susan Redford, The Harem Conspiracy, Northern Illinois Press, 2002.