Apri il menu principale

Tomaso Da Rin

pittore italiano
Una disgrazia a Venezia

Tomaso Da Rin Beta (Laggio, 3 febbraio 1838Venezia, 15 giugno 1922) è stato un pittore italiano.

BiografiaModifica

Nacque dalla famiglia Da Rin del Beta. Dimostrò fin da ragazzo una spiccata attitudine per le arti figurative. Frequentò l'Accademia delle Belle Arti di Venezia. Lavorò a Vienna ed in Ungheria per il cardinale Trotzmeyer. Abile ritrattista, lasciò molte opere che impreziosiscono ancora oggi le case e le sagrestie di molti paesi cadorini, quali i ritratti di monsignor Antonio Da Rin, suo compaesano ed amico intimo d'infanzia, e di monsignor Gabriele Gregori, entrambi per la sagrestia di Santa Giustina di Auronzo, nonché quelli di monsignor Giovanni De Donà di Lorenzago e del fratello Carlo, conservati a Perarolo e a Vallesella di Domegge.

Si dedicò anche ad opere di soggetto sacro, prime fra tutte la Cacciata dei profanatori dal tempio e Gesù tra i bambini nella chiesa di San Martino a Vigo, rispettivamente del 1881 e del 1885. Le due sontuose tele ebbero riconoscimenti ben al di fuori del suo paese natale e vennero apprezzate all'Esposizione di Torino, a Venezia ed a Parigi. Sempre nella plebana di Vigo, sull'altare di san Rocco, un'altra sua opera rappresenta la Sacra Famiglia, mentre a Laggio va segnalata la pala di sant'Antonio abate, a Pelos quella della Madonna, a Lozzo la Beata Vergine della Pietà, a Lorenzago la pala dei santi Rocco e Sebastiano.

Opere di soggetto sacro si trovano anche nelle chiese di Padola, Casamazzagno, Borca, Auronzo, Rivamonte, Tiser, ecc.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica