True BASIC

linguaggio di programmazione

Il True BASIC è uno dei dialetti del linguaggio di programmazione BASIC. Discende dal Dartmouth BASIC, il primo linguaggio BASIC inventato dai professori John George Kemeny e Thomas Eugene Kurtz.

Quando il True BASIC uscì nel 1985, era basato inizialmente sul Dartmouth BASIC 7 (noto anche come ANSI BASIC) e aveva più caratteristiche rispetto al QBASIC. Il True BASIC introdusse nuove funzioni grafiche come plot, plot area, flood, ecc. Per primo, dava la possibilità di salvare una porzione dello schermo e di usare l'operazione di blitting, ma senza gestione del buffering.

I progettatori volevano rendere il linguaggio indipendente dall'hardware, per permettere di eseguire il codice BASIC su qualsiasi piattaforma. Lo svantaggio per i programmatore era l'impossibilità di utilizzare alcune caratteristiche peculiari del computer che stavano utilizzando. Per aggirare questo problema, si potevano scrivere funzioni in linguaggio assembly.

Il True BASIC rispetta i principi della programmazione strutturata; quindi non è obbligatorio utilizzare numeri di linea e istruzioni GOTO. L'uso dell'istruzione LET divenne opzionale; essa permetteva l'uso di nomi descrittivi per le variabili. Il True BASIC è fornito di funzioni per l'aritmetica delle matrici. Supportava anche le variabili locali e globali e l'uso di funzioni ricorsive, una caratteristica non disponibile in nessun altro linguaggio BASIC di quei tempi.

Esempi di codiceModifica

Ad esempio, con le prime versioni del linguaggio l'equazione algebrica   poteva essere scritta come:

slope = 2
let x = 3
y_intercept = 4
let y2 = slope * x + y_intercept
print "y2="; y2

Il risultato è  . Un esempio di codice che usa le ultime versioni del linguaggio è il seguente:

RANDOMIZE
SET WINDOW 0,20,0,20
SET COLOR 5 !Imposta il pennello ed il colore del testo a 5 (il True BASIC ha 16 colori, da 0 a 15)
PRINT "Benvenuto sulla ..." !Scrive "Benvenuto sulla ..." sullo schermo
DO !Inizio del ciclo
   LET x=rnd*20 !Calcola un numero casuale tra 0 e 20 e lo assegna alla variabile "x"
   LET y=rnd*20 !Calcola un numero casuale tra 0 e 20 e lo assegna alla variabile "y"
   Pause .1 !Pausa di 1/10 di secondo
   PLOT TEXT, at x, y: "Favolosa Wikipedia!" !Scrive 'Favolosa Wikipedia!' alle coordinate x,y
LOOP !Fine del ciclo
END !Fine del programma

che scrive il messaggio "Benvenuto sulla ..." nell'angolo in alto a sinistra dello schermo e poi ripete all'infinito il ciclo centrale che scrive il messaggio "Favolosa Wikipedia!" casualmente sullo schermo.

Versioni e piattaforme supportateModifica

Le prime versioni del True BASIC giravano sull'MS-DOS; in seguito, fu offerto anche per i sistemi Tandy Radio Shack TRS-80, Amiga ed Atari. Successivamente furono realizzate anche versioni per Windows ed i Mac OS classici.

La penultima versione del True BASIC, la 5.5, è anche l'ultima a girare sui Mac OS classici. Dal sito di True BASIC Inc. è ancora acquistabile anche una versione datata 1987 per l'Atari ST.

L'ultima versione, la 6.0, supporta ufficialmente solo i sistemi Windows dal 95 al 7. Per usarla sui sistemi Linux, UNIX e macOS True BASIC Inc. suggerisce l'uso di una macchina virtuale.

BibliografiaModifica

  • Kemeny, John G.; Kurtz, Thomas E. (1985). Back To BASIC: The History, Corruption, and Future of the Language. Addison-Wesley. 141 pp. ISBN 0-201-13433-0.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh88001554
  Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Informatica