Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il concetto informatico, vedi Istruzione (informatica).

Per istruzione si intende "l'opera svolta per istruire attraverso l'insegnamento [...] e il risultato o frutto di tale attività",[1] cioè "apprendere [...] una serie di nozioni relative sia a una materia [...] o a un'arte, sia all'esercizio di una particolare attività".[2] Nel senso più generico fa riferimento all'aspetto più scolastico dell'insegnamento.[1] Può essere pubblica o privata.

Indice

Cicli di istruzioneModifica

Istruzione prescolasticaModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Istruzione prescolastica.

Istruzione primaria (elementare)Modifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Istruzione primaria.

Istruzione secondariaModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Istruzione secondaria.

Istruzione superioreModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Istruzione superiore.

Istruzione per adultiModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Istruzione per adulti.

Istruzione a livello internazionaleModifica

L'idea di armonizzare i sistemi educativi europei nasce fin dall'avvento della CEE ma inizia a realizzarsi solo negli anni novanta. Nel mondo, l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) si occupa di dare una valutazione dei sistemi di istruzione nei vari paesi.

Indicatori OCSE per la Valutazione dei Sistemi EducativiModifica

Ogni anno l'OCSE pubblica un rapporto intitolato Uno sguardo all'Educazione: indicatori OCSE, che è basato su un insieme di indicatori statistici, e che vuole essere un aiuto per orientare le politiche nazionali di sviluppo dei sistemi educativi. Nel seguito, per dare un'idea di cosa possa essere dedotto dal citato rapporto, è riportato l'elenco degli indicatori usati nell'indagine del 2008.


Resta sempre valida (nei vari anni di indagine) la suddivisione degli Indicatori in 4 aree tematiche (Capitoli):

  • A. Risultati delle istituzioni scolastiche e impatto dell'apprendimento
  • B. Risorse finanziarie e umane investite nell'educazione
  • C. Accesso all'educazione, partecipazione e progressione
  • D. Contesto pedagogico e organizzazione scolastica.

INDICATORI OCSE 2008:

Capitolo A:

  • Indicatore A1: Quale è il livello di istruzione della popolazione adulta
  • Indicatore A2: Quanti studenti proseguono gli studi dopo le scuole secondarie
  • Indicatore A3: Quanti studenti prendono un Diploma universitario
  • Indicatore A4: Quanti studenti avanzano negli studi universitari e quanti abbandonano
  • Indicatore A5: Quali capacità nel campo delle Scienze posseggono gli studenti quindicenni
  • Indicatore A6: Quale è la condizione sociale degli studenti quindicenni e il ruolo giocato dai loro genitori
  • Indicatore A7: La condizione socio-economica dei genitori influisce sulla partecipazione dei figli a percorsi di formazione universitaria?
  • Indicatore A8: In che modo la partecipazione a attività formative incide sulla inclusione nel mercato del lavoro
  • Indicatore A9: Quali benefici economici derivano dalla formazione scolastica
  • Indicatore A10: Quali sono gli incentivi ad investire nella Formazione

Capitolo B

  • Indicatore B1: Quanto si spende per ciascuno studente
  • Indicatore B2: Che percentuale del Prodotto Interno Lordo viene spesa per la Formazione
  • Indicatore B3: Quanta Spesa Pubblica e quanti Investimenti Privati ci sono in Formazione
  • Indicatore B4: A quanto ammonta in totale la Spesa pubblica per la Formazione
  • Indicatore B5: Quanto spendono gli studenti per la formazione universitaria e di quali sussidi pubblici dispongono
  • Indicatore B6: Su quali servizi e risorse viene fatta la spesa in Formazione
  • Indicatore B7: Con quale efficienza si usano le risorse per la Formazione

Capitolo C

  • Indicatore C1: Quanto sono diffusi programmi di formazione professionale
  • Indicatore C2: Chi partecipa come studente alla formazione
  • Indicatore C3: Chi studia all'estero e dove
  • Indicatore C4: Con quanta efficacia avviene il passaggio dalla Formazione al lavoro
  • Indicatore C5: Gli adulti che partecipano a iniziative di addestramento e formazione professionale

Capitolo D

  • Indicatore D1: Quanto tempo stanno in aula gli alunni
  • Indicatore D2: Che rapporto numerico c'è fra studenti e insegnanti e quale è il numero di alunni per classe
  • Indicatore D3: Quanto sono pagati gli insegnanti
  • Indicatore D4: Quanto tempo gli insegnanti dedicano all'insegnamento
  • Indicatore D5: Quale incidenza hanno controlli di qualità sugli istituti ed esami e verifiche in genere per gli allievi nel Sistema Educativo
  • Indicatore D6: Chi è deputato a prendere decisioni in campo educativo
  • Indicatore D7: Chi sono gli insegnanti (Distribuzione del corpo docenti)

Per ciascuno degli indicatori sopra elencati, esiste una ulteriore scomposizione in tavole e grafici che esprimono ulteriori dettagli dell'indagine.

NoteModifica

  1. ^ a b Istruzione, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. URL consultato il 10 luglio 2011.
  2. ^ Istruire, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. URL consultato il 10 luglio 2011.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Istruzione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di istruzione