Tumblr
Logo
URL
Tipo di sitotumblelog, micro-blogging, servizio di social network
LinguaInglese
ProprietarioOath
Creato daDavid Karp, Marco Arment
Lancio2007

Tumblr è una piattaforma di microblogging e social networking che consente di creare un tumblelog offrendo la possibilità all'utenza di creare un blog dove postare contenuti multimediali.

Indice

StoriaModifica

Lo sviluppo di Tumblr è iniziato nel 2006, presso la società di consulenza di David Karp, Davidville (che si trova ad un isolato dall'attuale sede centrale di Tumblr).[1] Karp era interessato ai Tumblelog (tipo di blog sintetico) da tempo e stava aspettando che una delle piattaforme di blog più affermate al tempo introducesse la sua piattaforma di Tumblelogging. Ma Poiché nessuno lo fece, dopo un anno, Karp e lo sviluppatore Marco Arment iniziarono a lavorare insieme arrivando all'ultimazione di Tumblr.[2] Tumblr è stato lanciato nel febbraio 2007[3] [4] e nel giro di due settimane il servizio ha raggiunto 75.000 utenti.[5] Arment ha lasciato la compagnia nel Settembre 2010 per concentrarsi su Instapaper.[6]

All'inizio di Giugno 2012, Tumblr ha presentato la sua prima importante campagna pubblicitaria in collaborazione con Adidas.[7]

Dal 17 maggio 2013 Yahoo! entrò in trattative per acquisire Tumblr con un'offerta di 1,1 miliardi di dollari. Il 19 maggio, il consiglio d'amministrazione di Yahoo! approvò l'accordo e il 20 maggio Marissa Mayer, direttamente da un blog creato appositamente con Tumblr per l'occasione, ne confermò l'acquisizione.

CaratteristicheModifica

Centro delle attività degli utenti su Tumblr è la dashboard. Da qui, infatti, prende vita gran parte delle attività. La creazione dei post è facilitata da moduli diversi che avviano una procedura differente a seconda che si voglia pubblicare un testo, un'immagine, una citazione, un link, una conversazione, un file sonoro o un filmato.

La grafica di Tumblr può essere gestita tramite modelli grafici forniti dal sito o da altri soggetti. Il codice che gestisce la grafica del tumblelog è pubblicamente accessibile e quindi personalizzabile.

Dopo una prima fase in cui non era previsto alcun supporto ai commenti, questi sono stati in seguito attivati, anche se rimangono un'opzione facoltativa per l'utente. Sempre nella logica del tumblelog, Tumblr non offre supporto diretto al blogroll. L'inserimento di link verso altri siti/blog va quindi effettuato eventualmente modificando il codice. Viceversa lo scambio di informazioni tra gli iscritti alla piattaforma è facilitato dalla funzione di ripubblicazione, che consente di ripubblicare rapidamente un post pubblicato da altri, e dalla possibilità di sottoscrivere altri tumblr i cui aggiornamenti appariranno direttamente nella dashboard. È presente un sistema di comunicazione tra utenti tramite chat.

Il nome Tumblr viene usato anche per indicare un tipo di frasi o foto che girano sovente sulla piattaforma stessa. Una "frase Tumblr", per esempio, sta ad indicare un tipo di frase generalmente profonda e sentimentale. Spesso queste espressioni vengono usate con ironia e a volte come critica alle correnti di pensiero molto in voga sul social network.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Internet: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di internet
  1. ^ wallstrip, David Karp and Tumblr, 27 maggio 2008. URL consultato il 20 aprile 2018.
  2. ^ (EN) WebCite query result, su www.webcitation.org. URL consultato il 20 aprile 2018.
  3. ^ Fast Company, David Karp: When It All Came Together, 12 dicembre 2011. URL consultato il 20 aprile 2018.
  4. ^ (EN) Tumblr — something we’ve always wanted, in Davidville, 19 febbraio 2007. URL consultato il 20 aprile 2018.
  5. ^ (EN) Mathew Ingram, Google VC, Tumblr CEO Among the Top Innovators Under 35, su gigaom.com, 25 agosto 2010. URL consultato il 20 aprile 2018.
  6. ^ Tumblr CTO Steps Down To Focus On Instapaper, Independent Career, in Business Insider. URL consultato il 20 aprile 2018.
  7. ^ (EN) Tumblr Unveils First Major Brand Campaign for Adidas. URL consultato il 20 aprile 2018.