Apri il menu principale

Ufficio di sanità marittima, aerea e di frontiera

(Reindirizzamento da USMAF)

Gli Uffici di sanità marittima, aerea e di frontiera (noti anche con l'acronimo: USMAF), sono uffici periferici del Ministero della salute che si occupano del controllo sanitario su passeggeri e merci che transitano attraverso i punti d'ingresso transfrontalieri.

Indice

FunzioniModifica

Gli Uffici sono situati nei maggiori porti ed aeroporti nazionali al fine di prevenire il rischio di importazione di malattie dall'estero. Anche se presso questi uffici si espletano attività sanitarie diverse (ad es. prestazioni di medicina legale per i naviganti, vaccino-profilassi per i viaggiatori) il principale compito istituzionale degli USMAF è la vigilanza igienico-sanitaria su mezzi, merci e persone di provenienza extra-UE.

OrganizzazioneModifica

Gli USMAF sono 12, suddivisi a loro volta in varie Unità territoriali, da cui dipendono e che coprono tutto il territorio nazionale. Questa l'attuale dislocazione:

  • Genova, con le seguenti Unità territoriali: Savona, Imperia, La Spezia;
  • Milano Malpensa, con le seguenti Unità territoriali: Torino Caselle, Bergamo Orio al Serio;
  • Trieste, con la seguente Unità territoriale: Venezia;
  • Bologna, con la seguente Unità territoriale: Ravenna;
  • Livorno, con la seguente Unità territoriale: Pisa;
  • Fiumicino, con le seguenti Unità territoriali: Civitavecchia, Roma;
  • Napoli, con le seguenti Unità territoriali: Salerno, Cagliari, Porto Torres;
  • Pescara, con la seguente Unità territoriale: Ancona;
  • Bari, con le seguenti Unità territoriale: Manfredonia, Taranto;
  • Brindisi;
  • Catania, con le seguenti Unità territoriali: Messina, Siracusa, Augusta, Comiso, Reggio Calabria, Gioia Tauro;
  • Palermo, con le seguenti Unità territoriali: Porto Empedocle, Trapani.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica