Apri il menu principale

Con Urheimat (dal tedesco: ur- originale, antico, pre- + Heimat casa, patria, in IPA: [uʁhajmat]) si intende in glottologia la patria originale dei locutori di una certa protolingua. Poiché molti popoli tendevano a spostarsi e ad espandersi, non esiste una Urheimat assoluta; ad esempio, c'è una Urheimat indoeuropea differente dalla Urheimat germanica o romanza. Se la protolingua veniva parlata in tempi storici, la Urheimat è tipicamente indiscussa, così come lo è l'Impero romano nel caso delle lingue romanze. Se la protolingua non è attestata, o non è attestata la sua esistenza, sia l'esistenza sia l'esatta localizzazione della Urheimat possono essere solo di natura ipotetica.

Indice

RicostruzioneModifica

Nei casi in cui la Urheimat di un particolare gruppo linguistico non sia conosciuta, un metodo di identificazione è quello della Paleontologia linguistica, attraverso l'analisi del vocabolario della protolingua e delle lingue derivate. Per esempio, se non esistessero documentazioni storiche e si volesse trovare l'Urheimat delle lingue romanze, la radice latina per "vacca", che è abbastanza simile per tutte le lingue neolatine, potrebbe indicare che le lingue romanze si sarebbero originate da un luogo dove ci fossero vacche.

La patria indoeuropeaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Indoeuropeistica e Urheimat proto-indoeuropea.
 
Le diverse ipotesi della localizzazione dell'Urheimat indoeuropea.

Gli studiosi hanno provato ad identificare la patria originale (ossia l'insediamento originario) degli indoeuropei, alla quale viene spesso attribuito genericamente il termine Urheimat. Questa indagine è stata spesso condotta tramite l'archeologia linguistica (detta anche archeolinguistica). In accordo con questa metodologia, possibili indicatori geografici rilevanti sono termini simili per il faggio (anche se l'identificazione dell'indoeuropeo *bhagos con "faggio" è controversa, tanto che è stato proposto di intenderlo genericamente come "grosso albero a foglie caduche" visto che in alcune lingue indoeuropee il lemma derivato indica platani e simili) ed il salmone (mentre non esiste una parola comune per "leone" ad esempio; che oggi molte lingue europee possiedano termini simili per "leone" è dovuto solo a fenomeni più recenti di prestito).

Sono state proposte molte locazioni per una Urheimat indoeuropea. Secondo James Mallory, «Non ci si dovrebbe chiedere dov'è la patria degli indoeuropei?', piuttosto ‘dove l'hanno messa adesso?'».[1]

Altre patrie originarieModifica

AfricaModifica

  • Khoisan homeland
  • Afro-Asiatic homeland, la patria originaria dei popoli e lingue camito-semitici.
  • Nilo-Saharan homeland.
  • Bantu homeland.

Asia e OceaniaModifica

  • Dravidian homeland.
  • Caucasian homeland.
  • Finno-Ugric (aka Uralic) homeland.
  • Turkic Homeland.
  • Sino-Tibetan homeland:
    • Chinese homeland.
    • Tibeto-Burman homeland.
  • Austro-Asiatic homeland.
  • Austronesian homeland.
  • Hmong-Mien homeland.
  • Tai-Kadai homeland.
  • Japanese and Korean language homelands.

America Settentrionale e MeridionaleModifica

  • Na-Dene.

NoteModifica

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE4244151-1