Utente:DerfelDiCadarn87/Majisuka Gakuen

Majisuka Gakuen
Titolo originaleマジすか学園
PaeseGiappone
Anno2010 – in produzione
Formatoserie TV
Genereazione, teen drama, commedia
Stagioni4
Episodi46
Durata30 min. circa
Lingua originalegiapponese
Crediti
IdeatoreYasushi Akimoto
Interpreti e personaggi
Prima visione
Dall'8 gennaio 2010
Alin corso
Rete televisivaTV Tokyo, Nippon Television
(JA)

«マジだよ!»

(IT)

«Sono seria!»

(Frase ricorrente pronunciata da Maeda e Sakura)

TramaModifica

Prima stagioneModifica

Astuko Maeda e Daruma Onizuka, due studentesse che non si conoscono tra loro, si trasferiscono lo stesso giorno al liceo femminile Majisuka, finendo nella stessa classe, la 2-C. La scuola è nota per essere un covo di giovani delinquenti, organizzate in piccole bande con una rigorosa struttura gerarchica. Inizialmente Maeda nasconde la sua vera forza, mentre Daruma entra immediatamente in combutta con il Team Hormone, una della bande della scuola. Benché Daruma si trovi in difficoltà, Maeda non sembra intenzionata a intervenire, fin quando sente pronunciare con troppa leggerezza dal Team Hormone le parole «Fai sul serio?» (マジすか? Majisu ka??). Maeda sconfigge facilmente la banda, conquistandosi la stima di Daruma; nel frattempo, Sado, vicepresidente della Rappappa, la gang più forte e temuta della scuola, assiste indirettamente alla sconfitta del Team Hormone. Le voci sulla forza di Maeda si diffondono velocemente in tutta la scuola, giungendo fino all'ospedale dove è ricoverata Yūko Ōshima, leader della Rappappa. In molte si fanno avanti cercando lo scontro Maeda, in modo da difendere la reputazione della Majisuka o come semplice dimostrazione di forza, ma Maeda è riluttante a battersi dopo che perse la sua migliore amica, Minami, prima di trasferirsi nella nuova scuola. Ella combatte solamente quando qualcuna mette in dubbio la sua serietà o prende con troppa leggerezza il comportarsi seriamente.

Maeda sogna di diventare infermiera e lavora part-time all'ospedale dove Yūko è ricoverata, ignorando il fatto che ella sia il capo della Rappappa. Sado, preoccupata dalle possibili ripercussioni sulla reputazione della scuola, ordina alle shiten'nō (Shibuya, Black, Gekikara e Torigoya) di intervenire e battersi con Maeda, ma vengono sconfitte una dopo l'altra dalla nuova studentessa. Sado esprime le sue preoccupazioni a Yūko, che però sembra non considerare Maeda un problema ma, al contrario, fa in modo di entrare sempre più in confidenza con lei. Sado a quel punto viene a conoscenza delle vere intenzioni di Yūko: ella intende mettere Maeda a capo della Rappappa poiché ne intuisce il potenziale e perché sente peggiorare le sue condizioni di salute. Successivamente Maeda viene a conoscenza della vera identità di Yūko, che le chiede di battersi contro Sado, la quale vuole dimostrare le vera forza della Majisuka battendo Maeda. Le due si fronteggiano e Sado ne esce sconfitta; nel frattempo le condizioni di Yūko peggiorano e viene trasferita in terapia intensiva. Una volta che le sue condizioni migliorano, ella si presenta in sedia a rotelle alla cerimonia di fine anno, durante il quale riceve il diploma e passa il comando della Rappappa a Maeda, non essendo in grado di combattere contro di lei. Nel frattempo Center e Nezumi preparano la loro sfida al nuovo leader della Rappappa e del liceo Majisuka.

Seconda stagioneModifica

Dopo la morte di Yūko e il diploma di Shibuya, Black e Torigoya, il comando della Rappappa è nelle mani di Maeda. I membri del Team Hormone sono entrati a far parte della stessa Rappappa come sottoposti delle nuove shiten'nō: Gakuran, Shaku, le sorelle Kabuki e Gekikara, quest'ultima costretta a ripetere l'anno. Maeda, tuttavia, ha lasciato il ruolo di capo della gang a una nuova studentessa trasferitasi da Kyoto, Otabe. Nezumi e Center hanno istituito la "Tsu" no ji rengō e tramano contro la Rappappa con l'intenzione di prendere il controllo della scuola. Mentre alla Majisuka infiamma la rivoluzione, la stessa cosa succede alla scuola rivale Yabakune, il cui comando è stato preso da Shibuya, che dichiara guerra alla sua ex scuola come atto di ritorsione verso Maeda. Agli ordini di Shibuya vi è la Hadashi no kai, che pattuglia le strade in cerca di studentesse della Majisuka. Nel frattempo Yuka e Yuki, le sorelle gemelle di Yūko, si recano alla Majisuka in cerca di Maeda; non trovandola, le due convincono le studentesse della Majisuka a interrompere le faide interne per concentrarsi sulla guerra contro la Yabakune.

Mentre le rappresaglie tra Majisuka e Yabakune continuano, Maeda è in cerca di una risposta da dare all'ultima richiesta fatta da Yūko prima che morisse. Ella ha smesso di frequentare la scuola e passa le sue giornate a battersi contro piccoli criminali e membri della Yakuza, ignorando di fatto l'evolversi degli eventi. Nel frattempo, contrariamente agli ordini di Otabe, le shiten'nō si battono contro i membri delle varie gang della Yabakune, venendo sconfitte. Nezumi fa in modo che le due scuole continuino a darsi battaglia, intenzionata a liberarsi di Center e divenire leader incontrastata della Majisuka. Tuttavia anche dopo che il suo doppio gioco viene scoperto Center continua a fidarsi di lei, per via dei forti sentimenti che prova nei suoi confronti. Nel frattempo le azioni di Maeda attirano l'attenzione della polizia, facendone una fuggitiva. Yuka e Yuki riescono finalmente a incontrarla e a riferirle il vero significato delle ultime parole della sorella. Dopodiché Maeda decide di fare ritorno alla Majisuka.

Informata sugli eventi da Otabe, Maeda si reca da Shibuya nel tentativo di mettere fine alla guerra tra le due scuole. Il duello tra le due viene interrotto dall'arrivo della polizia in cerca di Maeda, la quale viene aiutata a fuggire dalla stessa Shibuya. A causa del mancato regolamento di conti tra le due leader, lo scontro finale tra due scuole è inevitabile. La polizia pattuglia il luogo dello scontro in attesa della comparsa di Maeda: una volta che questa arriva, la battaglia termina. Maeda decide di non combattere contro Shibuya, ma piuttosto svela il motivo per il quale ha smesso di frequentare la scuola e le ultime parole di Yūko; infine si consegna alla polizia.

Terza stagioneModifica

Quarta stagioneModifica

Personaggi e interpretiModifica