Apri il menu principale

Valerio Floriano (latino: Valerius Florianus) fu un politico romano durante il regno di Teodorico.

Appartenente a una famiglia di classe senatoria (ebbe il rango di vir clarissimus), fu nominato comes domesticorum (carica che sotto il regno di Teodorico serviva a elevare colui che la riceveva al rango di vir inlustris),[1] poi comes sacrarum largitionum.

Ricoprì la carica di praefectus urbi di Roma in un periodo non meglio identificato tra il 491 e il 518, probabilmente tra il 491 e il 493 o quanto meno tra il 491 e il 497; durante il suo mandato restaurò l'Atrium Libertatis, una costruzione pertinente la Curia, e il Secretarium Senatus[2]

NoteModifica

  1. ^ Cassiodoro, Variae, vi.11.
  2. ^ AE 1953, 68

BibliografiaModifica