Valetudo (divinità)

Nella mitologia romana, Valetudo, figlia di Esculapio, è la dea della salute e dell'igiene.

Valetudo è l'equivalente romano della dea greca Igea, anche se nel corso del tempo è stata sempre più soppiantata da Salus, l'antica dea italiana del benessere sociale.

TempioModifica

In Gallia, Agrippa consacrò intorno all'anno -20 d.C. la sacra sorgente di Glanum a Valetudo, dea romana della salute, facendovi costruire accanto anche un tempio dedicato alla dea[1].

NoteModifica

Voci correlateModifica

  • Igea, divinità greca
  • Salus, divinità romana
Controllo di autoritàVIAF (EN316441168 · GND (DE120908530 · BNF (FRcb146367311 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-316441168
  Portale Antica Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Antica Roma