Vasilij Vajnonen

Vasilij Ivanovič Vajnonen (in russo: Васи́лий Ива́нович Вайно́нен?; San Pietroburgo, 21 febbraio 1901Mosca, 23 marzo 1964) è stato un ballerino, librettista e coreografo sovietico, apprezzato per la classicità delle sue opere[1].

BiografiaModifica

Vasilij Vajnonen studiò presso la Scuola imperiale di balletto del Teatro Mariinskij. I suoi compagni di classe erano Leontiev e Ponomarev. Si unì alla compagnia GATOB (futuro Kirov, ex Mariinskij) nel 1919 fino al 1938 e si distinse soprattutto nella danza di carattere. Iniziò la sua carriera di coreografo negli anni 1920, in particolare con Il valzer di Mosca, e fu influenzato da Michel Fokine e Isadora Duncan[2].

Ha coreografato L'età dell'oro (1930) su musiche di Šostakovič e Fiamme di Parigi, su musiche di Boris Asaf'ev nel 1932 sulla Rivoluzione francese per il Kirov. Riprende la coreografia ispirata a Marius Petipa dallo Schiaccianoci di Čajkovskij nel 1934, versione che rimarrà per decenni il modello del balletto classico.

Dal 1946 al 1950 e dal 1954 al 1958 è coreografo alTeatro Bol'šoj di Mosca, particolare con Mirandolina (1946) su musiche di Sergej Vasilenko e Gayane diChačaturjan nel 1957.

NoteModifica

  1. ^ Vasily Vainonen - Choreographer - BolshoiRussia.com, su bolshoyrussia.com.
  2. ^ People, su bolshoi.ru.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN11009884 · ISNI (EN0000 0001 1021 0878 · LCCN (ENn87109141 · GND (DE132537486 · BNF (FRcb14142690n (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n87109141