Apri il menu principale
Via Santa Maria a Cubito
Localizzazione
StatoItalia Italia
Informazioni generali
TipoStrada storica
Lunghezza30 km circa
CostruzioneXIX secolo

Via Santa Maria a Cubito è una strada provinciale ubicata in Campania e lunga circa 30 km con quaranta ponti. Fu progettata e ultimata durante il regno dei Borbone ma inaugurata solo dopo il 1861.

Storia e descrizioneModifica

La strada inizia nella zona di Capodimonte all'incrocio con "Via Miano", prosegue attraversando il quartiere Chiaiano e i territori di Marano di Napoli, Qualiano, Giugliano in Campania, Villa Literno e Cancello Arnone fino ad arrivare a Falciano del Massico nella zona di Sessa Aurunca.

La denominazione della strada sarebbe stata ispirata dal nome di una chiesetta edificata nel XIV secolo situata in territorio giuglianese-aversano al confine tra Giugliano e Villa Literno. Il nome di Santa Maria a Cubito è strettamente correlato ad un episodio che sarebbe accaduto durante una battuta reale di caccia che si svolgeva in quella zona. Il sovrano di Napoli, Carlo II d'Angiò, appena apprese la notizia dell'avvenuta canonizzazione di suo zio, Luigi IX di Francia (detto San Ludovico), scese da cavallo, si inginocchiò e baciò la terra, quindi il significato del termine A Cubito (Cubavit Se) deriva da inginocchiato o prostrato a terra.

Secondo lo storico Agostino Basile, la Cappella un tempo si trovava nel distretto giuglianese: “poiché la strada divisoria della giurisdizione di Giugliano, e di Vico, che oggi è davanti a detta Cappella, prima era dalla parte di dietro[1][2]. Tale edificio presenta una pianta rettangolare ad unica navata.

All'inizio di questa opera stradale, nella zona di Capodimonte (all’incrocio con via Miano), fu posta una lapide che riporta la seguente scritta:

Trascrizione del testo originale

VIAM HEINC AD MONTEM USQUE DRAGONIS
PAR MILLE PASS - XXV CUM TRIENTE
ET AD CASCANUM APUD SUESSAM
PER XXX PASSUUM MILLIA
STRATAM ABSOLUTAMQUE ANNO MDCCCLXI
VIATOR VIDES
QUAE
PONTIBUS ARCUATIS XXXX INTERIECTIS
COMMODO PUB INSIGNI
VIAS VIII COMMUNES APTE SECAT
PARS OPERIS COSPICUA
AQUAR COERCITIONES ALVEI INFER - VOLTURNI
QUAE SUBIECTI ANTE AEQUORA CAMPI
LATE PESSUM DABANT

Traduzione

Questa strada che va da Capodimonte fino a Mondragone, per una lunghezza di circa 25 miglia, raggiunge la località di Cascano, presso la città di Sessa Aurunca. Per 30 miglia è una strada perfettamente completa e lastricata, è stata completata nell’anno 1861. Caro viandante, osserva che furono edificati 40 ponti ad arco, posti ad intervalli per adattare il territorio attraversato e per farne un percorso di utilizzo pubblico, sono stati uniti otto Comuni, attraversandoli utilmente per un considerevole tratto. Sono state incanalate le acque del tratto inferiore del fiume Volturno, trasformando quei terreni acquitrinosi in una fertile pianura.

NoteModifica

  1. ^ Agostino Basile, Memorie istoriche della terra di Giugliano, Napoli, 1800, p. 326.
  2. ^ Vico di Pantano era il nome del comune di Villa Literno fino al 1927

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica