Apri il menu principale
Villa Sora
CiviltàRomana
UtilizzoVilla romana
EpocaI secolo d.C.
Localizzazione
StatoItalia Italia
ComuneTorre del Greco
Amministrazione
EnteSoprintendenza archeologica Campania
ResponsabileGruppo Archeologico Vesuviano Giuseppe Novi
VisitabileSi
Mappa di localizzazione

Coordinate: 40°46′41.49″N 14°22′28.98″E / 40.778191°N 14.374717°E40.778191; 14.374717

Satiro versante, copia romana da Prassitele, rinvenuta a Villa Sora, conservata al Museo archeologico di Palermo

Villa Sora è una villa di epoca romana i cui resti si trovano in Contrada Sora a Torre del Greco.

StoriaModifica

La "contrada Sora" è la zona di maggior interesse archeologico della città. La villa è un ampio complesso monumentale risalente al I secolo d.C., che si estende su un'ampia superficie e su un'altezza originaria di tre piani, l'ultimo dei quali crollò in seguito all'eruzione del Vesuvio del 79 d.C., mentre quello inferiore restò seppellito dalla lava: ne è visitabile solo il piano intermedio.

Poco lontano dalla villa, si trovano i resti di un complesso termale, ancora visitabili sulla spiaggia torrese ("Terme Ginnasio"). Doveva esservi annesso anche un piccolo porto privato, ormai perduto.

Date le dimensioni e la ricchezza del complesso, si è pensato ad un edificio di proprietà della famiglia imperiale Giulio-Claudia o Flavia; ci sono evidenze che l'imperatrice Bruzia Crispina abbia alloggiato qui per pochi mesi prima di andare a Capri.

La villa, già nota nel XVII secolo in seguito al ritrovamento di sculture marmoree e oggetto di scavi borbonici nel XVIII secolo, venne riscoperta nel 1974 dal Gruppo Archeologico vesuviano Giuseppe Novi di Torre del Greco.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica