Vittorio Fagone

critico d'arte italiano

Vittorio Fagone (Floridia, 1933Milano, 8 gennaio 2018) è stato un critico d'arte italiano.

BiografiaModifica

Dal 1994 al 2000 è stato direttore della Galleria d'arte moderna e contemporanea dell'Accademia Carrara di Bergamo, caratterizzando il suo operato per la forte attenzione alle figure di Carlo Carrà, Joe e Gianni Colombo, all'esperienza del Premio Bergamo e in generale alla storia artistica lombarda e italiana degli anni trenta[1]. Insieme a Dieter Ronte, durante una serie di incontri all'interno della Biennale di Venezia del 1986, ha dato vita all'idea base del movimento Art in Nature[2].

PubblicazioniModifica

È autore di numerose pubblicazioni, fra le quali:

  • L'arte all'ordine del giorno. Figure e idee in Italia da Carrà a Birolli, Feltrinelli, Milano, 2001.
  • L'immagine video. Arti visuali e nuovi media elettronici, Feltrinelli, Milano, 1990.
  • Joe Colombo (con Ignazia Favata), Il Sole 24 ore, Roma, 1988.
  • Migneco (con Salvatore Quasimodo), Edizione Arte & Grafica , Bergamo, 1983.
  • Mario Botta. Una casa (con Francesco Dal Co, catalogo della mostra), Mondadori Electa, Milano, 1989.

Ha inoltre pubblicato libri con gli editori Charta, Lubrina-LEB e Mazzotta.

NoteModifica

  1. ^ Galleria di arte moderna e contemporanea, su http://www.accademiacarrara.bergamo.it/. URL consultato il 13 settembre 2014.
  2. ^ Francesca Eleuteri, Forme dell'arte ambientale, Volume Edizioni, 2014, ISBN 9788897747079.
Controllo di autoritàVIAF (EN29625859 · ISNI (EN0000 0003 8693 8990 · LCCN (ENn80028524 · BNE (ESXX1730627 (data) · WorldCat Identities (ENn80-028524