La costellazione dei Cani da Caccia.
GIANT VOID.jpg

Il Vuoto Gigante è una grande regione di spazio caratterizzata da una bassissima densità di galassie, nella costellazione dei Cani da Caccia. Al momento della sua scoperta era il più grande vuoto conosciuto, con un diametro stimato tra i 300 e i 400 megaparsec (tra 1 e 1,3 miliardi di anni luce)[1] e una distanza dalla Terra approssimativamente pari a 1,5 miliardi di anni luce (z = 0,116).[1] La prima posizione tra i vuoti più grandi conosciuti gli verrà tolta solo nel 2013 con la scoperta del Vuoto KBC, avente un diametro di 2 miliardi di anni luce.[2]

È stato scoperto nel 1988[3] come il vuoto più consistente dell'emisfero galattico nord e, fino alla scoperta del sopraccitato Vuoto KBC, il più consistente mai registrato. Anche le dimensioni dell'ipotetico Supervuoto di Eridano (o Grande Vuoto, corrispondente alla macchia fredda del WMAP) non sono comparabili a quelle del Vuoto Gigante, a cui pur non corrisponde nessun significativo picco negativo nella radiazione cosmica di fondo. Pur trattandosi di un vasto vuoto, esso contiene 17 gruppi di galassie, concentrati in una regione sferica di 50 megaparsec di diametro.[1] Studi sul movimento delle galassie mostrano che non interagiscono tra di loro, il che significa che la densità dei gruppi è molto bassa e si traduce in una trascurabile interazione gravitazionale.[1]

La posizione del Vuoto nel cielo è vicina a quella del Vuoto del Bootes, che è cinque volte più vicino ma ha un quarto delle dimensioni del Vuoto Gigante.

NoteModifica

  1. ^ a b c d (EN) Kopylov A. I.; Kopylova, F. G." (2002) "Search for streaming motion of galaxy clusters around the Giant Void" (PDF) Astronomy and Astrophysics, v.382, p.389-396 Bibcode2002A&A...382..389K DOI10.1051/0004-6361:20011500
  2. ^ Ethan Siegel, We're Way Below Average! Astronomers Say Milky Way Resides In A Great Cosmic Void, Forbes. URL consultato il 28 dicembre 2017.
  3. ^ (EN) "The Northern Cone of Metagalaxy" (Kopylov et al. 1988)

Voci correlateModifica

  Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari