Waders si riferisce a degli stivali alti ed impermeabili, tradizionalmente realizzati in gomma vulcanizzata, ma disponibili nelle più moderne varianti PVC, neoprene e Gore-Tex. Si distinguono dagli stivali comuni per la loro altezza, alcuni modelli arrivano fino al torace.

Vari tipi di Wader

OrigineModifica

I primi stivali-wader sono stati prodotti dalla ditta Hodgman e risalgono al 1850. Quando la gomma divenne popolare, intorno al 1912, iniziarono a produrli con questo materiale particolarmente impermeabile e resistente[1]. Poi la gomma è stata perfezionata durante gli anni della seconda guerra mondiale, e iniziarono a produrli con le stesse caratteristiche di quelli odierni[2].

UsiModifica

 
Pescatori usando stivali-waders nella pesca fly

Gli stivali-waders hanno una vasta gamma di applicazioni. Per quanto riguarda le finalità di svago, sono indossati durante la pesca, in acqua giardinaggio, giocando con modelli di imbarcazioni, nella caccia agli uccelli acquatici, e nelle passeggiate con il fuoristrada off -road per evitare il fango. Industrialmente, gli stivali-waders pesanti, sono prevalentemente usati nell'industria chimica, agricoltura e nel mantenimento dell'approvvigionamento dell'acqua, fognatura e altre utilità[3].

Impatto ambientaleModifica

Molti stati degli Stati Uniti stanno iniziando a vietare alcuni tipi di stivali-waders, in particolare quelli con suole in feltro poroso[4]. Questi tipi di suole ospitano facilmente vari tipi di specie invasive che potrebbero essere trasportate da una fonte d'acqua all'altra. Gli organismi e le piante invasivi rappresentano una minaccia per gli stock ittici e per importanti habitat ittici. Ad esempio, a partire dal 1 marzo 2012, la maggior parte delle contee del Missouri vieta questo tipo di stivali durante la pesca sportiva in acqua dolce[5]. Inoltre in tutta l'Alaska, dal 1 gennaio 2012, si applica la stessa legge[6]. In Nuova Zelanda nel 2008 è stato vietato l'uso di stivali-waders e scarponi con suola in feltro per la pesca sportiva nell'ambito delle misure di contenimento poste in essere a seguito della scoperta dell'alga invasiva (Didymosphenia geminata) nei fiumi dell'Isola del Sud nel 2004[7][8].

GalleriaModifica

NoteModifica

  1. ^ chestwaders.org.
  2. ^ A Brief History of Rubber, su rainforests.mongabay.com. URL consultato il 24 aprile 2022.
  3. ^ emedicinehealth.com.
  4. ^ (EN) by, Felt Sole Wading Boots: Yay or Nay? (Felt vs Rubber Wading Shoes), su The Wading Kit, 7 agosto 2021. URL consultato il 24 aprile 2022.
  5. ^ mdc.mo.gov.
  6. ^ (EN) Preventing Invasive Species, Alaska Department of Fish and Game, su www.adfg.alaska.gov. URL consultato il 24 aprile 2022.
  7. ^ fishandgame.org, su fishandgame.org.nz.
  8. ^ (EN) Canada Government of New Brunswick, Didymosphenia geminata, su www2.gnb.ca, 20 giugno 2011. URL consultato il 24 aprile 2022.

Altri progettiModifica