William Douglas, I marchese di Douglas

nobile scozzese
William Douglas, I marchese di Douglas
Marchese di Douglas
In carica 1638 –
1660
Predecessore Nuova Creazione
Successore James Douglas, II marchese di Douglas
Altri titoli conte di Angus
Nascita 1589
Morte Douglas Castle, Douglas, 19 febbraio 1660
Dinastia Clan Douglas
Padre William Douglas, X conte di Angus
Madre Elizabeth Oliphant
Consorte Margaret Hamilton
Lady Mary Gordon

William Douglas, I marchese di Douglas (1589Douglas Castle, 19 febbraio 1660), è stato un nobile scozzese.

BiografiaModifica

Era il figlio maggiore di William Douglas, X conte di Angus, e di sua moglie, la contessa Elizabeth Oliphant, figlia di Laurence Oliphant, IV Lord Oliphant[1].

Poco prima della sua nascita, suo nonno ereditò la contea di Angus e la Signoria di Douglas da un lontano cugino, nel 1591.

Con lo scandalo della cospirazione cattolica pro-spagnola in Scozia, suo padre venne considerato un traditore ma riuscì a difendere la sua eredità e la sua posizione e scelse di andare in esilio a Parigi nel 1608.

Tutto questo ha avuto un effetto sull'infanzia di William e nel 1596 prese il posto del padre in parlamento.

Nel 1611 successe al padre come conte di Angus. Con il permesso di Giacomo VI di Scozia, viaggiò in Europa (1616-1620 e 1623-1634). Durante la sua assenza i suoi possedimenti vennero gestiti da suo fratello, Lord Mordington, e da suo cugino, William Douglas, VII conte di Morton.

Nel 1625, alla morte di Giacomo I, ritornò in Inghilterra. Durante la visita del nuovo re in Scozia, in occasione della sua incoronazione, William venne creato marchese di Douglas, conte di Angus, Lord di Abernethy[2]. Egli portò la corona durante l'incoronazione.

Fino al 1638, trascorse la maggior parte del suo tempo a Castle Douglas. Nel 1644, firmò il Patto Nazionale a Douglas Kirk, ma dal 1645 si unì con James Graham, I marchese di Montrose, nella battaglia di Kilsyth. In seguito alla sconfitta nella battaglia di Philiphaugh, venne catturato e imprigionato nel castello di Edimburgo. Fu rilasciato nel 1647 in seguito al pagamento di una grossa multa[3]. Nel 1651, Carlo II gli offrì il comando di un reggimento dell'esercito che stava per invadere l'Inghilterra, ma rifiutò.

MatrimoniModifica

Primo MatrimonioModifica

Nel 1601 sposò Margaret Hamilton (1585-1623), figlia di Claude Hamilton, I Lord Paisley. Ebbero sei figli:

Secondo MatrimonioModifica

Sposò, il 15 settembre 1632, Lady Mary Gordon (1600-1674), figlia di George Gordon, I marchese di Huntly. Ebbero sette figli:

MorteModifica

Morì il 19 febbraio 1660 a Douglas Castle, Douglas.

NoteModifica

  1. ^ Darryl Lundy, William Douglas, 1st Marquess of Douglas, The Peerage., citing Charles Mosley (a cura di), Burke's Peerage and Baronetage, vol. 1, 106th, Crans, Switzerland, Burke's Peerage (Genealogical Books), 1999, p. 1282. and G.E. Cokayne et al. (a cura di), The Complete Peerage of England, Scotland, Ireland, Great Britain and the United Kingdom, Extant, Extinct or Dormant, IV, new, Gloucester, U.K., Alan Sutton Publishing, 2000, p. 437.
  2. ^ Reg. Mag. Sig. 2172-14th June 1633
  3. ^ Fraser vol II, p442
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie