Yeoman

nome dei coltivatori diretti inglesi
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il comune degli Stati Uniti d'America, vedi Yeoman (Indiana).

Per Yeoman (plurale Yeomen, ma in quanto parola straniera in italiano è indeclinabile) si intendevano in età moderna i coltivatori diretti inglesi benestanti che gestivano in autonomia i loro poderi.

Lavori agricoli in una miniatura di Simon Bening.

StoriaModifica

Tra il XIV e il XVIII secolo esisteva un ceto di agricoltori relativamente ricchi, che si distinguevano dagli altri contadini e braccianti poiché possedevano un aratro e cavalli da tiro. Questa élite rurale era presente in tutta Europa e prendeva il nome di yeomen in Inghilterra e laboureurs in Francia.[1]

Questi yeomen non erano nobili e solitamente non possedevano le terre che lavoravano; tuttavia generalmente godevano di condizioni migliori rispetto agli altri fittavoli e spesso occupavano qualche incarico pubblico di importanza minore.[1][2] Questa élite possedeva anche una certa cultura: è stato calcolato, tramite un campione di una diocesi inglese del XVII secolo, che in questa classe sociale solo il 35% era analfabeta.[3]

EtimologiaModifica

Il termine yeoman è indicato per la prima volta nel XIV secolo. La sua etimologia non è chiara: potrebbe trattarsi di una contrazione dall'inglese antico iunge man, "giovane uomo", ma vi sono anche delle interpretazioni alternative come ad esempio dalla parola in frisone antico *ġeaman o gaman che significa "uomo di provincia", "rustico".[senza fonte]

Forze armateModifica

Verso la fine del XVIII secolo da questo ceto (definito come yeomanry) presero nome alcuni corpi militari volontari dell'esercito britannico che furono attivi nella guerra anglo-boera e nelle due guerre mondiali.[2]

Ancora nel XXI secolo gli Yeomen Warders (conosciuti anche col nomignolo di Beefeater) sono i guardiani della Torre di Londra.

NoteModifica

  1. ^ a b Huppert, p.18.
  2. ^ a b Treccani.
  3. ^ Huppert, p.188.

BibliografiaModifica

  • George Huppert, Storia sociale dell'Europa moderna, Bologna, Il Mulino, 2001, ISBN 9788815081315.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85149128 · J9U (ENHE987007531837905171