Apri il menu principale

ZIP (formato di file)

formato di compressione dei dati
ZIP
Estensione.zip, .zipx
Tipo MIMEapplication/zip[1]
Sviluppato daPhil Katz, PKWARE
LicenzaSpecifiche pubbliche, esistono implementazioni con licenza GPL
1ª pubblicazione1989
Ultima versione6.3.4 (1º ottobre 2014)
TipoCompressione dei dati
CompressioneLossless
Esteso aJAR (EAR, RAR (Java), WAR)
Office Open XML (Microsoft)
Open Packaging Conventions
OpenDocument (ODF)
XPI (Mozilla extensions)
StandardAPPNOTE da PKWARE
ISO/IEC 21320-1:2015 (un derivato del formato ZIP 6.3.3)
Sito webwww.info-zip.org

Lo ZIP è un formato libero di compressione dei dati lossless molto diffuso nei computer IBM-PC con sistemi operativi Microsoft e supportato di default nei computer Apple con sistema operativo macOS. Supporta vari algoritmi di compressione, sebbene il più comune rimanga DEFLATE. Questo formato è stato originariamente creato nel 1989 e rilasciato al dominio pubblico il 14 febbraio 1989 da Phil Katz. Implementato per la prima volta dalla PKWARE attraverso il software PKZIP, esso servì per rimpiazzare il formato precedente ARC sviluppato da Thom Henderson. Il formato ZIP è stato quindi rapidamente implementato da molte utility software finché la Microsoft ha incluso il supporto al formato ZIP (sotto il nome di "cartelle compresse") nelle versioni di Microsoft Windows successive al 1998. Più recente è invece il supporto del formato ZIP per i computer Apple presente dalla versione 10.3 di MacOS (attraverso BOMArchiveHelper, ora chiamato Archive Utility). La maggior parte dei sistemi operativi liberi supportano di default il formato ZIP in maniera simile a Windows e Mac OS.

I file ZIP solitamente utilizzano le estensioni .zip o .ZIP e il tipo media MIME application/zip.[1] ZIP è usato come formato base da molti programmi, che solitamente ne cambiano il nome. Navigando in un file system attraverso interfaccia grafica, l'icona che rappresenta un file ZIP è solitamente un documento o un oggetto affiancato da una cerniera "a zip".

DescrizioneModifica

Tale formato è stato creato nel 1989 da Phil Katz per PKZIP, come alternativa al precedente formato di compressione ARC di Thom Henderson.

Ogni file viene compresso separatamente, il che permette di estrarre rapidamente i singoli file (talvolta anche da file parzialmente danneggiati) a discapito della compressione complessiva. Un file Zip si riconosce grazie all'header "PK" (codifica ASCII).

Il formato originale supportava un debole schema di protezione con password a cifratura simmetrica (ZipCrypto), attualmente considerato inadeguato. Versioni più recenti dei programmi che gestiscono questo formato spesso supportano algoritmi più recenti e funzionali (es: AES), ovvero lo stesso ZipCrypto con AES256.

Essendo un formato senza perdita di informazioni (lossless), viene spesso utilizzato per inviare programmi o file che per natura non possono essere alterati dal processo di compressione. Nato in ambiente DOS, ha trovato con il passare del tempo validi concorrenti in altri formati, come Arj, RAR, ACE o 7z che offrono un rapporto di compressione maggiore (a volte a discapito della velocità); la sua grande diffusione gli permette tuttavia di essere considerato uno standard de facto per tali sistemi. Ne esistono versioni per Unix e Mac OS, in cui però sono più diffusi altri software, come ad esempio bzip2, gzip, StuffIt e DiskImage.

Il supporto è compreso anche da Microsoft Windows 2000 e superiori.

Voci correlateModifica

  Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica
  1. ^ a b Registration of a new MIME Content-Type/Subtype - application/zip, IANA, 20 luglio 1993. URL consultato il 5 gennaio 2012.