Apri il menu principale
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Zygnemataceae
Spirogyra cell.jpg
Zygnema
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Viridiplantae
Divisione Charophyta
Classe Zygnematophyceae
Ordine Zygnematales
Famiglia Zygnemataceae
Generi
  • vedi testo

Zygnematacae è una famiglia di alghe verdi filamentose o unicellulari, uniseriate (non ramificate). I filamenti sono dotati di setto e la riproduzione avviene per coniugazione. Spirogyra è comunemente utilizzata nelle scuole per dimostrare questo tipo di riproduzione. Particolarità della famiglia sono i cloroplasti di forme diversificate, come la forma a stella nel genere Zygnema, la forma a elica nel genere Spirogyra e piatti nel genere Mougeotia.

Indice

DescrizioneModifica

Le specie esistono tipicamente come masse galleggianti nell'acqua stagnante di fossati e stagni. Alcune, però, crescono anche in acqua corrente e si attaccano a un substrato mediante proiezioni rizoidi delle cellule basali del filamento. Le specie salgono in superficie a inizio primavera, crescono rapidamente in estate, scompaiono in tarda estate.

Distribuzione e habitatModifica

Le Zygnemataceae sono cosmopolite, ma, sebbene in genere tutte siano presenti negli stessi tipi di habitat. Mougeotia, Spirogyra e Zygnema sono i generi più comuni; in uno studio effettuato nel Nord America (McCourt et al., 1986, come riportato in Wehr, 2003, pg. 363), il 95% delle Zygnemataceae raccolte appartenevano a questi tre generi. Anche se occupano parecchi habitat, in America Settentrionale si trovano esclusivamente in acqua dolce o in habitat subaerei.

Parecchi generi sembrano essere endemici: Entransia è unica in Nuova Scozia e Pleurodiscus nel Porto Rico; Mougeotiopsis è nota esclusivamente da Michigan, Wisconsin, North Carolina e British Columbia. Zygogonium e le Zygnemataceae unicellulari preferiscono acqua acidula, mentre Ancylonema e una specie di Mesotaenium crescono sul ghiaccio dei ghiacciai. Alcuni membri delle Zygnemataceae, come la Spirogyra, divengono facilmente preda di parassiti, in particolare di chytridiomycota[1].

TassonomiaModifica

 
Ammassi galleggianti di Spirogyra in uno stagno quieto.

La classificazione e l'identificazione avvengono innanzitutto per la morfologia della coniugazione, che è alquanto rara da individuare in popolazioni naturali di esseri acquatici permanenti. Nello stato vegetativo, i generi più rari assomigliano ai tre più comuni e sono spesso confusi con quelli e catalogati come tali. La coniugazione può essere indotta in colture a basso contenuto di azoto[1].

Questa famiglia comprende i seguenti generi:

NoteModifica

  1. ^ a b Wehr, John D. and Sheath, Robert G. Freshwater Algae of North America, pg. 363.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica