Apri il menu principale

Émile Brugsch (Berlino, 24 febbraio 1842Nizza, 14 gennaio 1930) è stato un egittologo e archeologo tedesco.

BiografiaModifica

 
La mummia di Ramses II fotografata da Brugsch

È noto per essere l'ufficiale che coordinò il trasferimento delle mummie dalla tomba DB320 di Deir el-Bahri nel 1881 e per essere stato aiutante curatore del museo di Bulaq, quello che oggi è diventato il Museo di antichità egiziane del Cairo.[1] Collaborò - sostituendo il fratello Heinrich Karl Brugsch dopo un'imbarazzante vendita di reperti museali - con Auguste Mariette, il grande studioso francese creatore del Museo Egizio del Cairo.

Brugsch aiutò anche lo scrittore ed occultista Aleister Crowley nel 1904, nella traduzione della Stele di Ankh-ef-en-Khonsu. La stele e la sua traduzione divennero parte integrante del The Book of the Law scritto dallo stesso Crowley, e la base per le sue scoperte delle pratiche filosofiche e religiose di Thelema.

NoteModifica

  1. ^ Biografia Archiviato il 14 luglio 2011 in Internet Archive.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN27353725 · ISNI (EN0000 0000 7847 4602 · LCCN (ENn82015594 · GND (DE135845149 · BNF (FRcb15068679z (data) · WorldCat Identities (ENn82-015594