Apri il menu principale

Étienne de la Garde

vescovo cattolico e cardinale francese
Étienne de la Garde
cardinale di Santa Romana Chiesa
CardinalCoA PioM.svg
 
Incarichi ricopertiarcivescovo di Lisbona dal 1344)
vescovo di Saintes dal 1348 al 1350
arcivescovo di Arles dal 1351 alla morte
 
Nato?
Consacrato vescovo1344
Creato cardinale17 dicembre 1350 da Clemente VI
Deceduto1361
 

Étienne de la Garde (XIV secolo19 maggio 1361[1]) è stato un vescovo cattolico e cardinale francese.

Indice

BiografiaModifica

Étienne de La Garde proveniva da una famiglia nobile di Saignes, nel Quercy. Era imparentato con papa Clemente VI e zio del suo successore, nella sede arcivescovile di Arles, Guglielmo de la Garde.

Papa Clemente VI lo nominò suo legato in Lombardia, in Romagna e nel regno di Napoli. Nominato vescovo di Lisbona nel 1344[2] 1344, nel 1348 lasciò la carica per acquisire quella di vescovo di Saintes e nel 1351 lasciò anche questa per diventare arcivescovo di Arles, carica che mantenne fino alla morte. Intanto, nel 1350 il papa lo aveva nominato cardinale. L'arcivescovo di Arles conservava il diritto di battere moneta nel principato di Mondragon. Nella sua veste di arcivescovo di Arles, scomunicò gli abitanti di Salon-de-Provence che avevano gettato il suo gran vicario dentro un forno ardente.

NoteModifica

  1. ^ Ma Jean-Pierre Papon nella sua Histoire générale de Provence, p. 313, indica il 18 maggio 1359
  2. ^ (EN) The Cardinals of the Holy Roman Church-Lagarde

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica