Šventoji (fiume)

Fiume della Lituania
Šventoji
SventojiRiver002.JPG
StatoLituania Lituania
Lunghezza246 km
Portata media56,1 m³/s
Bacino idrografico6,889 km²
Altitudine sorgente225 m s.l.m.
NasceLago Samanis
SfociaNeris
Mappa del fiume

Lo Šventoji (in lituano vuol dire il Santo) è il più lungo fiume della Lituania: la attraversa in vari distretti ed è anche il più grande affluente del Neris[1]. Sorge dal lago Samanis nel Parco regionale di Gražutė e termina nel Neris all’altezza di Jonava[2] Il più grande affluente dello Šventoji è il fiume Širvinta[3].

DescrizioneModifica

Il fiume sorge nella Samogizia orientale[4] e durante il suo percorso attraversa città quali Anykščiai, Kavarskas, Užpaliai e Ukmergė. Tra il 1963 e il 1964 fu costruita una diga presso Kavarskas al fine di creare un bacino d'acqua: il risultato della costruzione ha finito per far confluire lo Šventoji col fiume Nevėžis. Ad oggi, la diga è dismessa perché risultata troppo costosa la manutenzione e poco efficaci i risultati che l'amministrazione lituana proponeva di raggiungere. Inoltre, violava diverse normative che nei decenni si erano venute a costituire: tra le più rilevanti sicuramente quelle comunitarie ricevute dal Paese baltico a seguito dell'adesione all'Unione europea[5].

Nel 1959 ebbe luogo la creazione del secondo lago artificiale più largo di Lituania, nei pressi di Antalieptė: il bacino veniva rifornito dalle acque dello Šventoji[2].

Il fiume è divenuto meta turistica sia per la bellezza delle 50 isolette che lo Šventoji lambisce durante il suo corso, sia perché discreta zona di pesca.

Chiama a sé diversi affluenti, tra cui il più lungo è il Širvinta.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Caratteristiche dell'areale dello Šventoji (in inglese): https://www.explorebaltics.eu/sightseeing-places/the-cognitive-path-of-sventoji-nature/ Archiviato il 4 luglio 2019 in Internet Archive.
  2. ^ a b (LT) Ten kur prasideda Šventoji..., su grazute.lt, Parco regionale di Gražutė. URL consultato il 13 luglio 2009.
  3. ^ http://lituania.italietuva.com/info/geografia/fiumi-lituani/
  4. ^ (EN) Abdelazim M. Negm; Martina Zelenakova; Katarzyna Kubiak-Wójcicka, Water Resources Quality and Management in Baltic Sea Countries, Springer Nature, 2020, ISBN 978-30-30-39701-2, p. 30.
  5. ^ (LT) Gintautas Subačius, Nevėžio troškulys didėja, su sekunde.lt, 19 luglio 2006. URL consultato il 19 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 13 luglio 2013).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN242770876
  Portale Lituania: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lituania