Apri il menu principale
12 Bar Blues
ArtistaScott Weiland
Tipo albumStudio
Pubblicazione17 marzo 1998
Durata59:18
Dischi1
Tracce12
GenereRock alternativo
Rock elettronico
EtichettaAtlantic
ProduttoreBlair Lamb, Scott Weiland
Scott Weiland - cronologia
Album precedente
Album successivo
(2008)

12 Bar Blues è il primo album in studio da solista di Scott Weiland, allora frontman degli Stone Temple Pilots, pubblicato nel 1998 dalla Atlantic Records.

Il disco uscì durante un periodo buio per il cantante, segnato da una serie di vicissitudini personali dovute alla sua tossicodipendenza, fra le quali l'arresto per possesso di stupefacenti, la separazione dalla prima moglie e il momentaneo allontanamento dalla band.
L'album non fu un successo commerciale, ma ottenne pareri favorevoli da parte della critica. Pochi mesi dopo l'uscita di 12 Bar Blues Weiland si riunì agli Stone Temple Pilots, i quali registrarono No. 4. Il suo secondo disco da solista, "Happy" in Galoshes, vedrà la luce solamente nel 2008, a seguito dell'abbandono dei Velvet Revolver.

TracceModifica

Testi e musiche di Scott Weiland eccetto dove indicato.

  1. Desperation #5 – 4:04
  2. Barbarella – 6:32 (Scott Weiland, Tony Castaneda)
  3. About Nothing – 4:50 (Scott Weiland, Tony Castaneda)
  4. Where's the Man – 5:12
  5. Divider – 4:23 (Scott Weiland, Victor Indrizzo)
  6. Cool Kiss – 4:57
  7. The Date – 5:21
  8. Son – 5:03 (Scott Weiland, Victor Indrizzo)
  9. Jimmy Was a Stimulator – 4:01
  10. Lady, Your Roof Brings Me Down – 5:26 (Scott Weiland, Victor Indrizzo)
  11. Mockingbird Girl – 5:03 (Scott Weiland, Zander Schloss, Jeff Nolan)
  12. Opposite Octave Reaction – 4:26

FormazioneModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock