16 giri

formato di disco in vinile

Il 16 giri (nei paesi anglofoni indicato come 16 rpm) è un disco in vinile dello stesso formato del 33 giri, cioè 30,5 cm di diametro (equivalente a 12"), sul quale venivano incisi in forma analogica album discografici riproducibili con una velocità di rotazione di 16,6 giri al minuto (corrispondente a 100 giri ogni sei minuti)[1] i quali, girando più lentamente, permettevano una maggiore durata delle incisioni[2]. Questa tipologia non ebbe il successo sperato e venne presto abbandonata.[1]

Disco in vinile da 10 pollici (16 RPM) degli anni '50 dell'etichetta discografica ceca Supraphon

Storia del supportoModifica

 
Etichetta di un disco a 16 giri della serie Seeburg "Basic" del 1959

Questo formato venne inventato e lanciato negli Stati Uniti d'America nella seconda metà degli anni cinquanta e utilizzato per incisioni di musica jazz: la Prestige Records[3] ad esempio pubblicò in questo formato due album di Miles Davis[4], mentre altri furono realizzati dalla Seeburg Corporation[5]

In Italia i dischi a 16 giri pubblicati, di 25 cm di diametro, sono conservati presso l'Istituto centrale per i beni sonori ed audiovisivi[6]; questo formato venne prodotto a partire dal 1958 dalla Fonit-Cetra (un album di Domenico Modugno su etichetta Fonit[7] e due album di Fred Buscaglione[8], due di Carla Boni e Gino Latilla e uno di Claudio Villa su Cetra)[2], e dalla Durium (un album di Marino Marini) ma le vendite non furono soddisfacenti per cui se ne interruppe la produzione.

In Francia furono pubblicati alcuni 16 giri con lo stesso formato dei 45 giri, quindi con 17,5 cm di diametro, per esempio dalla Ducretet-Thomson (che era distribuita dalla RCA Italiana), che ne stampò qualcuno di Charles Aznavour con otto canzoni[2].

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Vari numeri delle riviste Musica e dischi (annate 1958-1960)
  • Mario De Luigi, L'industria discografica in Italia, edizioni Lato Side, Roma, 1982
  • Mario De Luigi, Storia dell'industria fonografica in Italia, edizioni Musica e Dischi, Milano, 2008
  • Vito Vita, Musica solida. Storia dell'industria del vinile in Italia, Torino, Miraggi Edizioni, 2019.

Voci correlateModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica