Apri il menu principale

Abdelmalek Sayad (Beni Djellil, 1933Parigi, 13 marzo 1998) è stato un sociologo e filosofo algerino.

Indice

BiografiaModifica

Nato in Cabilia, terzo di cinque figli e unico figlio maschio della famiglia, era molto legato all'Algeria natale. Nel 1963 si trasferì in Francia, dove è stato direttore di ricerca al CNRS e al EHESS, assistente di Pierre Bourdieu (che aveva conosciuto ai tempi dell'università di Algeri), e noto soprattutto per gli studi sull'immigrazione.

Nel 2006 le sue carte sono state donate dalla vedova, Rebecca Sayad, alla "Cité nationale de l'histoire de l'immigration" (Parigi).

Il pensieroModifica

È stato uno dei primi a guardare al fenomeno dell'immigrazione come fatto sociale totale, non soltanto legato in termini economici di costi e vantaggi.

Al centro della sua analisi, la questione emigrante-immigrato è vista come risultato di due sistemi interagenti: quello legato a variabili d'origine (sociali, ossia le competenze che il soggetto svolge prima dell'emigrazione) e quello che dipende dalle variabili d'arrivo (ciò che nella società francese determina il destino del soggetto), in una prospettiva diacronica (storica) e sincronica (presente o addirittura atemporale), toccando i temi importanti della colonizzazione e della decolonizzazione dell'Algeria.

Altri temi che tocca la sua ricerca sono la paura del clandestino come criminale, il nazionalismo, la migrazione come colpa, il disambientamento e le politiche di inclusione, l'iper-correttezza sociale (che si traduce in neutralità politica), la sottomissione, la militarizzazione delle frontiere, la costruzione del nemico definito da caratteri etnici ecc.

A lui è dedicato il n. 341 di "aut aut", gennaio-marzo 2009 ISBN 9788842815914, con articoli di Pier Aldo Rovatti, Abdelmalek Sayad, Ahmed Boubeker, Yassine Chaïb e Davide Durì, ma sono collegati anche gli articoli di Jean-Luc Nancy e Judith Butler.

OpereModifica

  • (con Pierre Bourdieu, Le Déracinement : La crise de l'agriculture traditionnelle en Algérie, Paris, Les Éditions de Minuit, 1964
  • L'immigration, ou les paradoxes de l'altérité, De Boeck Université, 1992
  • (con Éliane Dupuy), Un Nanterre algérien, terre de bidonvilles, Autrement, 1998
  • (con Alain Gillette), L'immigration algérienne en France, Paris, Entente, 1976 (con lo pseudonimo Malek Ath-Messaoud), 1998 (a nome proprio)
  • La double absence. Des illusions de l'émigré aux souffrances de l'immigré. Paris, Éditions du Seuil, 1999
    • La doppia assenza. Dalle illusioni dell'emigrato alle sofferenze dell'immigrato, a cura di Salvatore Palidda, Milano, Raffaello Cortina, 2002 ISBN 88-7078-759-1
  • Prefazione a Yassine Chaïb, L'emigré et la mort: la mort musulmane en France, Aix-en-Provence, Edisud, 2000
  • Histoire et recherche identitaire suivi de Entretien avec Hassan Arfaoui, Bouchène, 2002
  • Algeria: nazionalismo senza nazione, a cura di Salvatore Palidda e Nino Recupero, Messina, Mesogea, 2003 ISBN 88-469-2027-9
  • L'immigration ou les paradoxes de l'altérité. 1. L'illusion du provisoire, Paris, Raisons d'agir, 2006
    • L'immigrazione o i paradossi dell'alterità. L'illusione del provvisorio, trad. Sara Ottaviani, Verona, Ombre Corte, 2008 ISBN 978-88-95366-10-4
  • L'immigration ou les paradoxes de l'altérité. 2. Les enfants illégitimes, Paris, Raisons d'agir, 2006
  • L'immigration ou les paradoxes de l'altérité. 3. La fabrication des identités culturelles, Paris, Raisons d'agir, 2014
  • Association des amis d'Abdelmalek Sayad (a cura di), Actualité de la pensée d'Abdelmalek Sayad, Casablanca, Éditions Le Fennec, 2010
  • Yacine Tassadit, Yves Jammet e Christian de Montlibert, Abdelmalek Sayad; la découverte de la sociologie en temps de guerre, Nantes, Éditions Nouvelles Cécile Defaut, 2013
  • Christian de Montlibert, Les souffrances de l'émigré, les souffrances de l'immigré, Koinonikes Epistimes / Social Science, n. 2., 2013
  • Abdelmalek Sayad, Ahmed Boubeker e Abdellali Hajjat, Abdelmalek Sayad: per una teoria postcoloniale delle migrazioni, a cura di Gennaro Avallone e Salvo Torre, Catania, Il Carrubo, 2013 ISBN 978-88-98352-00-5
  • L'école et les enfants de l'immigration, Paris, Seuil, 2014

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN71397401 · ISNI (EN0000 0001 1827 6126 · LCCN (ENn84223159 · GND (DE129715352 · BNF (FRcb11923876f (data)
  Portale Sociologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sociologia