Aceclidina

farmaco
Aceclidina
Aceclidine.svg
Nome IUPAC
1-Azabicyclo[2.2.2]oct-3-yl acetate
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC9H15NO2
Peso formula (u)169,221
Numero CAS827-61-2 6109-70-2 (HCl)
Numero EINECS212-574-1
Codice ATCS01EB08
PubChem1979
SMILES
O=C(OC2C1CCN(CC1)C2)C
Indicazioni di sicurezza

L’aceclidina è un agonista muscarinico ed è una sostanza sintetica dotata di proprietà parasimpaticomimetiche per azione diretta, con scarsa o nulla attività anticolinesterasica: pertanto determina una riduzione della pressione intraoculare. I suoi effetti sul tono muscolare sono identici o superiori a quelli della pilocarpina. Generalmente è ben tollerata e permette di controllare il glaucoma nel caso in cui altri farmaci miotici si dimostrino inefficaci.

UtilizzoModifica

Utilizzata per il glaucoma ad angolo aperto, viene somministrata per instillazione oculare in soluzione al 2%. Normalmente, si applicano 1-2 gocce ogni otto ore.

Effetti collateraliModifica

Gli effetti collaterali comprendono: miosi, spasmo del muscolo ciliare, bruciore, rinorrea, starnuti, ipertermia, scialorrea, blocco pupillare, edema corneale e, raramente, reazioni di ipersensibilità.

ControindicazioniModifica

Controindicata in caso di ipersensibilità alla sostanza, di infiammazione dell'iride o del corpo ciliare. La somministrazione ripetuta o cronica del farmaco può causare un assorbimento sistemico di quantità non indifferenti di principio attivo. È sconsigliato l'uso in gravidanza e nell'allattamento.