Acorus

genere di pianta della famiglia Araceae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Acorus
Acorus gramineus.jpg
Acorus gramineus
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Monocotiledoni
Ordine Acorales
Famiglia Acoraceae
Genere Acorus
L.
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Sottoclasse Arecidae
Ordine Arales
Famiglia Araceae
Genere Acorus

Acorus L. è un genere di piante angiosperme monocotiledoni appartenente alla famiglia delle Acoraceae.[1]

EtimologiaModifica

Il nome "acorus" deriva dalla parola greca "acoron", un nome usato da Dioscoride, che a sua volta derivava da "coreon", che significa "allievo", perché era usato nella fitoterapia come trattamento per l'infiammazione dell'occhio.

Distribuzione e habitatModifica

Il genere Acorus è originario del Nord America e dell'Asia settentrionale e orientale; è naturalizzato nell'Asia meridionale e in Europa[2].

Le popolazioni selvatiche sono diploidi ad eccezione di alcuni tetraploidi nell'Asia orientale, mentre le piante coltivate sono triploidi sterili, probabilmente di origine ibrida tra le forme diploidi e tetraploidi.

Queste piante si trovano nelle zone umide, in particolare nelle paludi, dove si diffondono per mezzo di spessi rizomi. Come molte altre piante palustri, dipendono dall'aerenchima per trasportare ossigeno nella zona di radicazione. Si trovano frequentemente su litorali e pianure alluvionali in cui i livelli dell'acqua fluttuano stagionalmente.

Rispetto ad altre specie di piante delle zone umide, hanno una capacità competitiva relativamente elevata[3].

I semi di Acorus sembrano adattati per germinare nelle radure; dopo un periodo di vernalizzazione, i semi germineranno dopo circa sette giorni di luce con temperature variabili ed in 10-15 giorni se la temperatura è costante.

TassonomiaModifica

Un tempo questo genere era collocato all'interno della famiglia delle Araceae, ma la moderna classificazione APG lo colloca in una famiglia e in un ordine a sè (rispettivamente Acoraceae e Acorales), considerati come la più antica linea di monocotiledoni viventi, "gruppo fratello" di tutte le altre monocotiledoni.[4]

Il genere comprende solo due specie:[1]

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Acorus, su Plants of the World Online, Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 28 dicembre 2021.
  2. ^ Govaerts, R. & Frodin, D.G. (2002). World Checklist and Bibliography of Araceae (and Acoraceae): 1-560. The Board of Trustees of the Royal Botanic Gardens, Kew..
  3. ^ (EN) Connie L. Gaudet e Paul A. Keddy, A comparative approach to predicting competitive ability from plant traits, in Nature, vol. 334, n. 6179, 1988-07, pp. 242–243, DOI:10.1038/334242a0. URL consultato il 26 maggio 2020.
  4. ^ (EN) The Angiosperm Phylogeny Group, An update of the Angiosperm Phylogeny Group classification for the ordines and families of flowering plants: APG IV, in Botanical Journal of the Linnean Society, vol. 181, n. 1, 2016, pp. 1–20.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica