Apri il menu principale

Adamantisaurus mezzalirai

(Reindirizzamento da Adamantisaurus)
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Adamantisaurus
Adamantisaurus mezzalirai 2copia.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Superordine Dinosauria
Ordine Saurischia
Sottordine Sauropodomorpha
Infraordine Sauropoda
(clade) Macronaria
Superfamiglia Titanosauriformes
Famiglia Lithostrotia
Sottofamiglia Aeolosaurinae (?)
Genere Adamantisaurus
Specie A. mezzalirai

L'adamantisauro (Adamantisaurus mezzalirai) è un dinosauro erbivoro appartenente ai sauropodi. Visse nel Cretaceo superiore (circa 80 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati in Brasile.

DescrizioneModifica

Tutto ciò che si conosce di questo dinosauro sono i fossili di sei vertebre della parte anteriore della coda e di due ossa caudali (chevron), che non permettono di descrivere accuratamente l'animale ma hanno consentito ai paleontologi di attribuire i resti a un genere a sé stante. Adamantisaurus doveva superare i 15 metri di lunghezza e probabilmente possedeva collo e coda lunghi, un corpo voluminoso e zampe colonnari. Non è chiaro se il corpo fosse protetto da un'armatura di osteodermi, come quella di molti suoi parenti (i titanosauri).

ClassificazioneModifica

I resti di questo dinosauro vennero scoperti nel 1959, ma fu solo nel 2006 che vennero descritti formalmente da parte dei paleontologi brasiliani Rodrigo Santucci e Reinaldo Bertini. L'epiteto specifico, mezzalirai, è in onore di Sergio Mezzalira, il geologo brasiliano che per primo scoprì i fossili e li menzionò.

Adamantisaurus è stato rinvenuto nella formazione Adamantina nello stato di São Paulo; nonostante sia incompletamente conosciuto, le vertebre caudali richiamano quelle di altri titanosauri sudamericani, come Aeolosaurus e Trigonosaurus (noto in precedenza come "Peiropolis titanosaur"). Nella stessa formazione Adamantina è stato rinvenuto un altro titanosauro, Gondwanatitan.

BibliografiaModifica

  • Mezzalira, S. 1959. Nota preliminar sobre as recentes descobertas paleontológicas no Estado de Saõ Paulo, no período 1958–59. Notas Prévias do Instituto Geográfico e Geológico. 2: 1–7. [In Portuguese]
  • Powell, J.E. 1987. Morfológia del esqueleto axial de los dinossaurios titanosáuridos (Saurischia, Sauropoda) del Estado de Minas Gerais, Brasil. In Anais X Congresso Brasileiro de Paleontologia, Rio de Janeiro. Rio de Janeiro: Sociedade Brasileira de Paleontologia. Pp. 155–171. [In Spanish]
  • Powell, J.E. 2003. Revision of South American titanosaurid dinosaurs: palaeobiological, palaeobiogeographical and phylogenetic aspects. Records of the Queen Victoria Museum. 111: 1-173.
  • Santucci, R.A & Bertini, R.J. 2006. A new titanosaur from western São Paolo State, Upper Cretaceous Bauru Group, south-east Brazil. Palaeontology. 49(1): 171-185.

Collegamenti esterniModifica